Uccide un coniglio in diretta radiofonica, allo scopo di dimostrare l’ipocrisia nei confronti delle questioni legate al benessere degli animali. Succede in Danimarca, dove un conduttore di Radio24syv ha colpito un esemplare di circa 9 mesi, per poi cucinarlo una volta giunto a casa. Esplode la polemica fra gli ascoltatori e sui social network, con tanto di petizione dal pubblico per richiedere la rimozione dello speaker dal palinsesto dell’emittente.

Il conduttore Asger Juhl ha condotto Allan, un coniglietto di nove mesi, nello studio della sua emittente radiofonica. Durante una diretta, l’uomo ha ucciso l’animale colpendolo con una pompa per bicicletta, seguendo le modalità a quanto sembra ricevute da un dipendente dello zoo. Un modo, sostiene la radio, per dimostrare l’ipocrisia dei danesi nei confronti del benessere animale. Così ha spiegato l’emittente in un comunicato a seguito dell’accaduto:

Noi non l’abbiamo fatto per gli ascolti. Migliaia di animali muoiono ogni giorno affinché le persone possano mangiarli. […] Noi compriamo e uccidiamo animali che hanno avuto una terribile vita. Animali che vengono uccisi nelle stesse condizioni controllate del coniglio in studio.

Secondo quanto riportano le agenzie di stampa, alla trasmissione avrebbe partecipato anche Linse Kessler, una star locale di reality show nonché attivista per i diritti degli animali. La donna ha tentato di salvare il coniglio, prendendolo e inseguendo il conduttore per lo studio, prima che fosse allontanata con la richiesta di lasciare l’emittente. Lo speaker ha inoltre spiegato come il coniglietto sia rimasto per qualche tempo presso la sua abitazione, dove ha giocato con i figli, per poi divenire piatto per la cena a seguito della diretta.

La risposta degli ascoltatori e dei social network è stata molto accesa, con i profili Facebook e Twitter dell’emittente presi d’assalto da ascoltatori sotto shock per l’accaduto. Non solo da sostenitori dei diritti degli animali, ma anche da ascoltatori consueti del programma, convinti che le eventuali discrepanze sul welfare animale si sarebbero potute sviscerare anche senza il sacrificio del coniglio. Come ricordato in apertura, sempre dai social sono partite diverse petizioni per richiedere la sospensione del conduttore dai palinsesti.

27 maggio 2015
Fonte:
CNN
Via:
Lascia un commento