Uccellino miagola come un gatto

Riproduce perfettamente il miagolio di un piccolo gattino, tanto da generare confusione tra i visitatori del suo centro di recupero. Il protagonista dell’ultima storia virale non è però un comune pappagallo, bensì una ghiandaia azzurra: accade in Florida, negli Stati Uniti, dove il volatile è stato di recente salvato.

La sua impresa è stata immortalata in un video, rimbalzato in ogni angolo dei social network. Flop è un rappresentante della famiglia della ghiandaia azzurra, da qualche tempo rifugiato a Tavernier, presso il Florida Keys Wild Bird Rehabilitation Center. L’animale è stato recuperato di recente all’interno di un’abitazione, dove veniva accudito come esemplare esotico, in compagnia di alcuni gatti.

=> Scopri gli uccelli esotici portati in USA dalle tempeste


Ed è probabilmente dai felini che l’uccellino, con il suo inconfondibile manto blu, ha appreso il suo singolare comportamento vocale. Anziché cinguettare, così come ci si aspetterebbe dai rappresentanti della sua specie, il delicato pennuto riproduce un perfetto miagolio, molto simile al verso tipo dei gattini di poche settimane di vita.

Il filmato, registrato da Emma Neagu e poi condiviso sulle piattaforme social, ha lasciato i navigatori completamente di stucco, poiché dalla ghiandaia non ci si aspetterebbe un simile comportamento. Eppure questi uccelli sono estremamente intelligenti e, nel tempo, hanno acquisito competenze di imitazione e mimetizzazione, per rendere meno probabile l’attacco di un predatore. Tuttavia, Flop non potrà essere lasciato libero, così come ha spiegato il centro che ha recuperato l’animale:

=> Scopri quanti uccelli vengono uccisi dai gatti


Flop è l’esempio di ciò che succede quando gli esseri umani cercano di accudire e crescere illegalmente animali selvatici come esemplari domestici. Se fosse rilasciato in natura, Flop non sarebbe in grado di sopravvivere. Per questo motivo, Flop è ora un residente a vita del nostro santuario.

Di seguito, il video tanto condiviso e discusso sui social network mondiali.

5 febbraio 2018
Fonte:
UPI
Immagini:
Lascia un commento