Gli uccelli mostrano un’intelligenza davvero marcata, in particolare quando hanno necessità di proteggere la prole e se stessi. A causa della coabitazione forzata con l’uomo, e vista la sua pressante ingerenza nei confronti del regno animale, hanno dovuto imparare a sfruttare ciò che questi produce e gli spazi che concede alla natura. La cementificazione e l’urbanizzazione stanno riducendo le aree vitali della flora e della fauna. Senza dimenticare il forte impatto che gli scarti umani hanno sulla vita degli altri esseri viventi. Un esempio sono proprio le sigarette, che spesso non vengono gettate negli spazi e cestini appositi. Finendo per strada e nelle zone verdi.

Un uccellino in particolare, noto come ciuffolotto messicano (Carpodacus mexicanus), ha imparato a trarre beneficio dalla presenza di questi scarti. Trasportando i mozziconi di sigaretta all’interno del nido, così da scacciare insetti indesiderati, parassiti, zecche e pulci.

=> Scopri come costruire i nidi per uccelli


A testimoniare il tutto è Constantino Macías Garcia dell’Università Nazionale Autonoma del Messico, che da tempo segue le gesta di questo passeriforme e l’utilizzo degli scarti di sigaretta. Certificando questo comportamento, grazie a un test effettuato su trentadue nidi di ciuffolotto messicano.

=> Scopri l’uccellino che pranza al ristorante


Dopo la nascita dei piccoli, i ricercatori hanno spostato i piccini dal nido naturale all’interno di strutture artificiali, ovviamente con molta cura e delicatezza. Un accorgimento per eliminare ogni tipo di parassita infiltratosi in origine durante la cova. Ma il passaggio successivo ha visto l’inserimento di zecche vive in dieci di questi nidi, zecche morte in altri dieci nidi, lasciando liberi gli ultimi dodici. I genitori hanno riempito di mozziconi di sigaretta i nidi infestati da parassiti vivi, con una percentuale del 40% in più rispetto a quelli con le zecche morte. In modo naturale, questi volatili hanno introdotto un prodotto contenente nicotina, in grado di agire sul sistema nervoso degli insetti come un insetticida molto blando. Una forma di protezione che, al contempo, sta agendo negativamente sulla loro salute. La nicotina in parte disinfesta ma dall’altro agisce sulle cellule di questi uccellini, favorendo una modificazione genetica non voluta.

4 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento