TwinAir, il nuovo motore “green” di FIAT

L’innovazione “green” nel settore auto non passa soltanto per le vie di sistemi ibridi; o almeno di questo sono convinti alla FIAT, che ha presentato una nuovissima tipologia di motore a benzina: il TwinAir.

Seguendo il trend di progettazione denominato “downsizing”, l’azienda torinese ha lavorato a lungo sull’efficienza e sulla riduzione al massimo di spazio e peso: il risultato è un motore compatto e leggero (come potete ammirare nella foto), pronto per essere abbinato a sistemi elettrici, per auto di tipo ibrido.

A livello tecnologico, la grande novità è la rivoluzione del sistema di immissione di aria, che non passerà più dalla “farfalla”; ciò permetterà ad un motore di 875cc di cilindrata di superare le prestazioni, riducendo i consumi, di un 1.200cc 8 valvole.

Il motore verrà equipaggiato sui modelli TwinAir di Fiat 500. Chi le guiderà potrà beneficiare dunque di prestazioni notevoli per la categoria, con un risparmio di consumi variabile, ma sempre evidente. Tramite un apposito pulsante il guidatore potrà passare da un regime normale ad uno ad alta efficienza, che permetterà di massimizzare il risparmio di carburante.

Al livello di inquinamento, i motori di questa nuova generazione dovrebbero garantire una riduzione della produzione di CO2 pari al 30%. Insomma, FIAT si appresta a lanciare la city car a benzina più green del mercato.

9 luglio 2010
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Ratamusa, venerdì 16 luglio 2010 alle10:28 ha scritto: rispondi »

Penso si possa fare qualunque cosa. La modalità economica è stata predisposta, penso, per percorrenze dove non ci sono necessità impellenti di cambiare continualmente velocità che potrebbero vanificare l'esistenza della modalità economica di funzionamento del motore.

ziomaul, giovedì 15 luglio 2010 alle20:54 ha scritto: rispondi »

Scusate ma dalla modalità "economica" non si può più andare in quella "Sport"? Ovvero se devi fare un sorpasso non basta mettere la modalità "Sport" e poi passare in viaggio alla modalità "economica"? Ciao

Ratamusa, giovedì 15 luglio 2010 alle17:17 ha scritto: rispondi »

No guarda....Niente F1 o nevrosi urbana di qualche genere. Intentevo dire che un motore lo si può calibrare perchè abbia un giusto equilibirio tra consumi, energia e adeguate caratteristiche mecaniche. Ma 'sta cosa c'è solo dalla seconda serie dei motori. Questa è la prima. A prescindere dalle caratteristiche del motore, ovviamente, che sembrano ottime, ne convengo....

Andrea, giovedì 15 luglio 2010 alle11:14 ha scritto: rispondi »

@Ratamusa se questi motori non avranno successo sarà perche ormai le persone sono abituate ad andare sulla strada come in pista e fare le gare tra coloro che hanno la macchina piu grossa ! certo che cosi a sto punto mi tocca dire che il problema non sta nei motori ma in chi usa le macchine ! io questo motore lo trovo molto interessante dal punto di vista di risparmio del carburante e dell inquinamento , se poi uno vuole accelerazione da F1 si paga il petrolio aggravato dalle spese dell elevato consumo e dell inquinamento

Ratamusa, giovedì 15 luglio 2010 alle10:16 ha scritto: rispondi »

No...Non ha proprio accelerazione. Le tagliano l'accelerazione. Letteralmente. Quando il semaforo diventa verde .... Devi cominciare ad accelerare due rossi prima. A me sarebbe piaciuto almeno l'accelerazione per un sorpasso. Non c'è. Bisognerà fare come con la 128 di mio padre: quando c'era un ostacolo avevi tre possibilità: sperare che ti vedesse e si spostasse (raro che l'imbranato là davanti fosse così sveglio...), frenare e accodarti (molto fantozziano...) oppure sperare che non ci fosse nessuno dietro di te e cominciare il sorpasso 10 minuti prima del momento adatto a qualunque altra macchina. Ho l'impressione che per la twin air accadrà la stessa cosa. Per gli stessi motivi.

Lascia un commento