Tumori: test universale del sangue per diagnosi precoci

Un nuovo test universale del sangue in grado di individuare otto diversi tipi di tumori. Questa la promettente ricerca portata avanti dagli studiosi della Johns Hopkins University, negli USA, secondo i quali questo strumento potrebbe in futuro favorire le diagnosi precoci di neoplasie che interessano colon, pancreas, ovaie, fegato, stomaco, esofago, polmoni e seno.

Il nuovo test universale per individuare diversi tipi di tumori è stato denominato CancerSEEK e va a ricercare nel sangue tracce della presenza di formazioni tumorali, come 16 variazioni nei geni contenuti nel DNA e la produzione di 8 specifiche proteine. In base alle analisi del sangue condotte su 1005 pazienti è stata riconosciuta la presenza di tumore nel 70% dei casi.

=> Scopri come gli smartphone vicino al letto aumentino rischi tumori e infertilità

 

Un test questo che se reso completamente efficace anche per i primi stadi tumorali potrebbe portare a diagnosi precoci in grado di ridurre drasticamente la mortalità. Un esempio sono il tumore che colpiscono il pancreas, la cui individuazione è spesso tardiva e porta al decesso entro un anno di 4 pazienti su 5. Alcuni dubbi tuttavia sono stati avanzati in tal senso, in considerazione del fatto che soltanto il 40% dei tumori allo stadio 1 è stato registrato dal nuovo tipo di analisi del sangue.

=> Leggi perché il 40% delle morti da tumori si può prevenire con lo stile di vita

 

Malgrado ciò è stato espresso forte ottimismo dal Dott. Cristian Tomasetti, tra gli studiosi impegnati nella ricerca. Secondo Tomasetti entro un anno si dovrebbe giungere a un test universale del sangue efficace a tutti gli effetti. Un altro dei prossimi passi sarà inoltre quello di giungere a diagnosi precoci e precise, che sappiano indicare anche il livello di pericolosità dei tumori e l’effettiva necessità in un dato momento dell’intervento chirurgico o del trattamento chemioterapico.

19 gennaio 2018
Fonte:
Lascia un commento