Le foglie di curry potrebbero rivelarsi molto utili nel combattere il cancro. Lo sostengono alcuni ricercatori del Department of Endocrinology & Metabolism, National Institute of Nutrition di Hyderabad (India). Stando a quanto pubblicato sulla rivista scientifica BMC (BioMed Central) alcune sostanze contenute in questa pianta sarebbero in grado di rallentare il progredire delle cellule malate in caso di tumore al seno.

L’azione benefica offerta dall’estratto delle foglie di curry (Murraya koenigii) viene prodotta, secondo il gruppo guidato dalla Dottoressa Bindu Noolu, dalla forte presenza di polifenoli. Questi agirebbero inibendo l’azione proteolitica del proteasoma 26S della cellula tumorale provocando la morte cellulare di quest’ultima e lasciando alterate le cellule sane.

>>Scopri il collegamento tra OGM e tumori secondo uno studio francese

La ricerca è stata condotta analizzando due differenti tipologie di colture di cellule cancerogene mammarie. In entrambi i casi l’estratto delle foglie di curry ha mostrato risultati positivi, contribuendo a ridurre la vitalità delle cellule tumorali e stimolando la sensibilità di queste agli agenti chemioterapici.

>>Scopri i rischi di cancro connessi all’uso eccessivo di luce artificiale

Un approccio quello dell’inibizione del proteasoma 26S che è attualmente una delle strade maggiormente praticate tra le possibili cure alternative alle consuete terapie mediche. Nella cura del cancro al seno il metodo riconosciuto come più efficace è proprio la chemioterapia, che presenta però alcuni effetti collaterali importanti quali ad esempio l’indebolimento del sistema immunitario e l’anemia.

14 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Laura, domenica 9 febbraio 2014 alle10:45 ha scritto: rispondi »

Gentili , io uso la curcuma ma la devo mettere sui cibi gia' cotti oppure durante la cottura? Inoltre uso di frequente lo zenzero , l'aglio e cipolle. Questi li mangio crudi perche'ho ho letto che avendo io problemi di bronchiectasie aiutano a tenere pulite le vie respiratorie. E' vero? O sono cose non vere? Gradirei un vostro prezioso consiglioe magari se avete consigli da darmi per questo mio problema vene sar' infinitamente grata. Grazie

Cris_MC, martedì 15 gennaio 2013 alle9:46 ha scritto: rispondi »

Le foglie di curry sono considerate utili per curare diabete, infezioni batteriche, infiammazioni e problemi del fegato secondo il sistema tradizionale di medicina, Ayurveda. Si usano intere a fine cottura dei cibi, mai in polvere e mai miscelata con altro. Invece la polvere di colore giallo chiamata "polvere di curry" è una miscela di spezie fatta con curcuma, coriandolo, sedano, aglio, cardamomo, zenzero etc e le foglie di quella pianta non entrano nella formazione della spezia che noi chiamiamo curry.

Lascia un commento