Cibo biologico riduce il rischio tumori dell’86%

È sempre più diffusa la tendenza a consumare alimenti biologici, quelli che vengono coltivati senza il ricorso ai pesticidi. Certamente gli alimenti biologici costituiscono una parte integrante di una dieta sana ed equilibrata, ma non è soltanto per questo che dovrebbero essere inseriti nell’alimentazione di ogni giorno.

Un nuovo studio infatti ha dimostrato che eliminare possibili tracce di pesticidi, consumando soltanto alimenti biologici completamente naturali, potrebbe essere un rimedio utile per ridurre il rischio di tumori fino all’86%.

Una ricerca condotta su circa 70 mila adulti in Francia ha permesso di rilevare che, consumando cibi biologici, si verificherebbe una riduzione significativa soprattutto del rischio di linfoma non Hodgkin.

In generale gli adulti che inserivano nella loro dieta quotidiana gli alimenti che non contenevano tracce di pesticidi avevano il 25% in meno di probabilità di insorgenza di tumori. Il rischio di cancro alla pelle o al seno si riduceva di un terzo.

Gli studiosi hanno osservato che non ci sono stati cambiamenti significativi in relazione al rapporto tra alimenti biologici e tumori all’intestino o alla prostata. Julia Baudry della Sorbona di Parigi, autrice principale dello studio, ha dichiarato:

Sebbene i nostri risultati debbano essere confermati, promuovere il consumo di alimenti biologici nella popolazione in generale potrebbe essere una strategia preventiva promettente contro il cancro.

In generale bisogna osservare che le leggi che regolano la produzione di alimenti biologici non permettono l’utilizzo di pesticidi e organismi geneticamente modificati. Questo significa che si possono avere minori possibilità di contaminazione rispetto ai cibi tradizionali.

=> Scopri perché l’inquinamento causa un aumento dei tumori maligni infantili

I cibi biologici possono avere un impatto positivo davvero significativo sulla salute, considerando la presenza di sostanze chimiche nei cibi tradizionali che a volte possono mettere a rischio il benessere dell’organismo.

Alcuni studi recenti hanno infatti rilevato che in circa la metà dei prodotti alimentari che tutti consumiamo ogni giorno e che non provengono ad una produzione biologica sono presenti uno o più prodotti chimici. Una quantità che non viene riscontrata nei prodotti biologici, nei quali la percentuale di sostanze chimiche si ferma al 6,5%.

23 ottobre 2018
Lascia un commento