Chi è sottoposto a terapie per il tumore alla prostata può trarre beneficio dalle passeggiate. Lo dimostra uno studio della Northwestern Medicine. Secondo la ricerca camminare in maniera non sostenuta per 3 ore a settimana può sopportare meglio le conseguenze dei trattamenti.

Lo studio, pubblicato dal “Journal of cancer survivorship: research and practice”, è uno dei primi ad osservare come l’attività fisica post terapia possa aiutare a migliorare la qualità di vita dei pazienti affetti da tumore alla prostata.

Siobhan Phillips, assistente professore del dipartimento di medicina preventiva alla Northwestern University Feinberg School of Medicine, ha spiegato:

L’abitudine a fare camminate lente, per una durata totale di tre ore a settimana, sembra migliorare la stanchezza, la depressione e i problemi di peso tipici dei mesi post trattamento. Inoltre, aumentare il ritmo delle camminate per almeno un’ora e mezza a settimana può massimizzare i benefici in specifiche aree del corpo.

La ricerca si è basata sui dati dello studio Professionals follow-up, un’analisi longitudinale della Harvard TH Chan School of Public Health effettuata su 51.529 uomini, iniziata nel 1986. I ricercatori hanno incrociato i dati che riguardavano lo sviluppo della malattia e le terapie correlate, con quelli riguardanti lo stile di vita e le abitudini quotidiane.

Gli uomini che combattono o hanno sconfitto il cancro alla prostata sono sottoposti a maggiori rischi per quanto riguarda patologie come le malattie cardiovascolari. Camminando si può migliorare la qualità generale della vita quotidiana, diminuendo al contempo il rischio di nuovi problemi.

Secondo le rilevazioni l’attività fisica moderata, come fare delle lunghe passeggiate, raggiungere a piedi il posto di lavoro o fare qualche ora di jogging, ha comportato notevoli benefici in termini di vitalità, forza ed equilibrio ormonale. Phillips ha concluso:

Coloro che sono in grado di camminare dovrebbero essere incoraggiati ad avviare una routine basata su passeggiate non intense o su un altro tipo di movimento leggero: i benefici potrebbero aiutare a gestire i sintomi come stanchezza, depressione e aumento del peso corporeo, migliorando la salute generale del paziente.

17 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento