Uno stile di vita sano può aiutare a prevenire il rischio di tumore al pancreas. A sostenerlo i ricercatori del Beatson Institute for Cancer Research UK, il cui rapporto è stato pubblicato sulla rivista scientifica British Journal of Cancer.

Stando a quanto affermato dai ricercatori circa il 37% di coloro che si ammalano di tumore al pancreas potrebbero prevenire il disturbo conducendo uno stile di vita più sano, sia dal punto di vista del peso corporeo e dell’esercizio fisico che da quello relativo al vizio del fumo, da evitare. Secondo la Dr.ssa Sara Hiom del Cancer Research UK:

Il cancro è un complesso sistema di malattie. Per alcune lo stile di vita gioca un ruolo importante e rappresenta uno degli aspetti della patologia sui quali abbiamo bisogno di avere il controllo.

Il tumore al pancreas è una patologia che registra scarsi risultati ed è ancora poco compresa, così si rivela importante che si parli in merito a ciò che le persone possono fare per intervenire in loro favore e ridurre il rischio.

Proprio considerati i suoi tassi di sopravvivenza piuttosto bassi è importante concentrare quanti più sforzi possibili nella prevenzione, sottolinea il Dr. Jeff Evans del Beatson Institute for Cancer Research UK. Il ricercatore individua nello stato di forma e nel rinunciare al fumo due elementi molto importanti in questo senso:

Il tasso di sopravvivenza per questa malattia resta sorprendentemente basso e ciò deve cambiare. C’è un urgente bisogno di assumere il controllo sul tumore al pancreas allestendo un arsenale di nuovi efficaci trattamenti e sviluppando strumenti diagnostici in grado di riconoscerlo prima, quando la chirurgia si rivela più efficace.

Allo stesso tempo è importante ricordare alle persone che è possibile procedere con la riduzione del rischio di sviluppo del tumore al pancreas e di altre forme tumorali grazie al mantenimento di un peso corporeo sano, specialmente intorno alla mezza età, oltre ad evitare il vizio del fumo. Mantenersi attivi fisicamente ed evitare il consumo di carne rossa possono aiutare anch’essi a ridurre il rischio.

1 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento