Vitamina C per sconfiggere il tumore al colon. A fornire nuove conferme a questa più volte riproposta ipotesi è uno studio statunitense, guidato da alcuni ricercatori del Weill Cornell Medical College di New York, secondo cui la sostanza vitaminica provocherebbe la morte delle cellule tumorali risutlato al contempo innocua per quelle sane.

La vitamina C è stata utilizzata durante lo studio per il trattamento di alcune cellule tumorali, le cui mutazioni note come “KRAS-BRAF”
hanno permesso ai ricercatori di identificarle come relative al tumore del colon-retto. Durante lo studio sono state utilizzate sia colture “mutate”, che sane, quest’ultime utilizzate come “gruppo di controllo”.

L’azione offerta dalla sostanza vitaminica ha interessato soltanto le cellule che presentavano mutazioni “KRAS-BRAF”, maggiormente predisposte all’assorbimento del metabolita della vitamina C. Sarebbe proprio la variazione indotta nel regolamento delle proteine che ne permettono l’assorbimento a portare le cellule tumorali alla morte.

In una seconda fase i ricercatori hanno impiantato le cellule mutate in alcuni topi, riscontrando come l’effetto tossico della vitamina C per le cellule tumorali risultasse confermato anche negli animali vivi.

Analizzando più nel dettaglio i risultati i ricercatori hanno infine individuato nella riduzione della disponibilità di unità di energia intracellulare (ATP) la causa principale per perdita energetica fatale da parte delle cellule tumorali. Confermata anche la non pericolosità della vitamina C per le cellule sane.

19 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento