I finanziamenti del Green Climate Fund potrebbero essere destinati alla creazione di nuove centrali a carbone in tutto il mondo. È quello che vorrebbe il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, secondo una fonte interna alla Casa Bianca.

Dagli Stati Uniti è stato già donato al Fondo per il Clima un miliardo di dollari, grazie all’impegno dell’ex presidente Barack Obama, che aveva destinato due tranche da 500 milioni. L’obiettivo era quello di arrivare ad un finanziamento totale di 3 miliardi di dollari.

=> Leggi la conferma dell’uscita USA, voluta da Trump, dall’Accordo di Parigi

Il Fondo per il Clima dovrebbe servire per la messa a punto di aiuti a favore delle nazioni colpite dai cambiamenti climatici. Sono stati approvati già 43 progetti, che riguardano l’adattamento e le energie rinnovabili.

Attraverso il fondo dovrebbero essere destinati finanziamenti per il taglio delle emissioni e per l’aumento della resilienza. Ad esempio i soldi saranno destinati a progetti che riguardano l’agricoltura, gli impianti funzionanti con le energie rinnovabili e la gestione delle acque.

=> Trump isolato sul clima secondo Greenpeace, leggi perché

La nuova ipotesi rivelata da Bloomberg potrebbe confermare quanto precisato nella dichiarazione finale del G20. Nella nota viene specificato che gli Stati Uniti si impegnano a lavorare in collaborazione con altri Paesi per aiutarli ad accedere e ad utilizzare i combustibili fossili in modo più pulito ed efficiente.

Il Green Climate Fund è uno strumento molto utile, perché potrebbe veramente spingere i Paesi industrializzati a tagliare le emissioni e darebbe un aiuto concreto agli Stati più vulnerabili per un adattamento reale ai cambiamenti climatici che stiamo attraversando.

Il finanziamento fornito da Obama al fondo fa in modo che gli Stati Uniti abbiano un posto a pieno titolo nel Consiglio di Amministrazione del Green Climate Fund e che possano decidere sui progetti da portare avanti.

18 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento