La RSPCA si sta occupando del caso di un povero cane trovato abbandonato nei pressi del cimitero Flaybrick a Birkenhead, nel Merseyside, in Inghilterra. L’animale era in una zona remota dello spazio nascosto tra il fogliame, impossibilitato a muoversi, quindi ricoperto di urine e feci. Condotto subito presso il centro veterinario dell’associazione l’animale, ribattezzato Elmo, presentava un numero impressionante di fratture. Oltre all’anca lussata, una spalla e alle zampe rotte o fratturate il piccolo mostrava segni inequivocabili di trascuratezza e violenza. Ma anche pelo arruffato e sporco, lungo e pieno di parassiti. Una visita approfondita e una lastra del corpo ha messo in evidenza una condizione di abuso ben peggiore, con segni di fratture precedenti subite durante i suoi 10 anni di vita.

Un totale di 319 calcificazioni e fratture subite lungo la sua esistenza, non certo frutto di cadute o investimenti ma di una violenza continuativa e crudele. Per le 48 ore di permanenza presso il centro veterinario il cane Elmo non è riuscito a reggersi in piedi, per questo lo staff teme vi sia una paralisi in atto. Segni di fratture lungo la schiena fanno pensare a una rottura definitiva che l’ha reso disabile, quindi probabilmente incontinente. La RSPCA ha lanciato un appello per ritrovare i proprietari, perché probabilmente serve il loro consenso per sopprimere l’animale.

Le condizioni di Elmo sembrano molto delicate, il dolore patito probabilmente è troppo forte e inaffrontabile. L’associazione cerca di comprendere le dinamiche del drammatico fatto, quindi di intercettare i responsabili di tanti abusi. Il cane, probabilmente abbandonato dai suoi proprietari, deve aver patito una vita complessa e tristemente ricca di sofferenza. Si pensa proprio per mano di chi viveva al suo fianco che, con inspiegabile brutalità, ha alzato il pungo e la mano su Elmo ogni giorno della sua vita. L’ufficiale John Littlewood ha così commentato:

In 23 anni di questo lavoro, 16 nella zona di Wirral, non ho mai visto un caso sconvolgente come questo. Mi è difficile trovare le parole adatte per commentare questo evento. È così sconvolgete, sono senza parole. Sono sbalordito dal numero di fratture subite da questo animale.

27 gennaio 2016
Fonte:
I vostri commenti
Giancarla, venerdì 22 aprile 2016 alle9:55 ha scritto: rispondi »

sono triste , amareggiata,indignata, incredula che un essere umano possa usare tanta malvagità verso un animale. Auguro a chiunque maltratti un povero indifeso animale una lunga vita piena di difficoltà , di varie malattie di tipo artrosico e invalidanti cosi da avere il tempo di pensare al male inferto al loro animale. Prego il creatore perchè si avveri questo mio augurio verso persone indegne di vivere in questo mondo.

annamaria, giovedì 28 gennaio 2016 alle23:15 ha scritto: rispondi »

....e ancora volete cercare i proprietari per avere il consenso per l'eutanasia? Robe da matti. Io l'eutanasia la farei proprio a quelli che hanno ridotto così questo povero cane. Che siano maledetti per l'eternità

luisa , giovedì 28 gennaio 2016 alle8:54 ha scritto: rispondi »

dopo avere letto di Elmo, ho pianto....... non ho parole per la crudeltà che ha subito, prego che i suoi proprietari vengano rintracciati e se c'è un dio, auguro loro una lunga vita e che abbiano ogni sorta di disgrazie, violenze e malattie, cento volte a quello che hanno fatto a quella povera bestiola senza difesa, possibile che nessuno abbia visto o sentito? ma che mondo è? Elmo ti voglio bene, ti auguro un aldilà pieno di coccole e amore

Salvatore, mercoledì 27 gennaio 2016 alle15:54 ha scritto: rispondi »

chiunque sia che ha usato e usa e userà tanta malvagità verso gli animali non posso che augurarle che la vita le riservi le stesse attenzioni e anche peggio sono estremamente indignato nei confronti di tale persone

Lascia un commento