Trovati i resti del pane più antico del mondo: una piadina di 14 mila anni

Prove archeobotaniche rivelano le origini del pane: quello più antico al mondo ha 14.400 anni, e si trova in Giordania, in un sito a nord-est del Paese. Più che un panino era una piadina realizzata con un mix di cereali.

Nella location conosciuta come Shubayqa 1, che si trova nel deserto nero del nord-est della Giordania, i ricercatori dell’Università di Copenhagen hanno trovato i resti di un pane cotto tantissimo tempo fa, insieme ad altri alimenti carbonizzati. Le analisi hanno così portato gli scienziati a calcolare che si tratta del pane più antico del mondo, dato che avrebbe 14.400 anni.

=> Scopri come fare il pane in casa: ricette e forme

“I 24 resti analizzati in questo studio mostrano che gli antenati selvatici dei cereali come orzo, monococco e avena erano stati macinati, setacciati e impastati prima della cottura”, spiega l’archeobotanica dell’Università di Copenhagen, Amaia Arranz Otaegui. Dato che non l’alimento in questione non era lievitato, si tratterebbe di una sorta di piadina:

I resti sono molto simili a focacce non lievitate identificate in diversi siti neolitici e romani in Europa e in Turchia. Quindi ora sappiamo che i prodotti simili al pane erano prodotti molto prima dello sviluppo dell’agricoltura, il passo successivo è valutare se la produzione e il consumo di pane hanno influenzato l’emergere della coltivazione e della domesticazione.

Interessante, secondo i ricercatori, che il pane più antico al mondo sia stato realizzato prima che l’uomo diventasse un agricoltore, dato che la prima prova recuperata a Shubayqa 1 conferma che la cottura è stata inventata prima della coltivazione delle piante. Lo studio, pubblicato sulla rivista PNAS, apre dunque nuove riflessioni sulla storia dell’uomo e nello specifico su quando è diventato un agricoltore:

Questa prova conferma alcune delle nostre idee: può darsi che la produzione precoce e estremamente dispendiosa in termini di tempo del pane a base di cereali selvatici possa essere stata una delle forze trainanti della successiva rivoluzione agricola in cui venivano coltivati cereali selvatici per fornire fonti più convenienti di cibo.

18 luglio 2018
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento