Ha accusato improvvisamente una fortissima emicrania, accompagnata da una sensazione di occlusione all’orecchio. Quella che di primo acchito è sembrata una forte infezione, tanto da richiedere una corsa in ospedale, si è però rivelata essere una condizione decisamente più insolita e, fortunatamente, meno pericolosa. È quanto è accaduto a una donna indiana che, addormentatasi sulla sua veranda, non si è accorta di un ragno entrato furtivamente nel condotto uditivo.

Il tutto è accaduto a Hebbal, qualche giorno fa, dove una donna di 49 anni è stata trasportata d’urgenza al pronto soccorso del Columbia Asia Hospital. Dopo essersi svegliata da un sonnellino pomeridiano, la donna – Lekshmi L. – ha accusato un forte senso di fastidio all’orecchio sinistro e, sospettando un’ostruzione, ha chiesto alla figlia di controllare con una torcia. Al momento di accedere la fonte luminosa, però, una fitta intensa ha coinvolto la quarantanovenne, tanto da richiedere il supporto di un medico.

=> Scopri i ragni campioni di corteggiamento


Giunta in ospedale per una sospetta infezione, i medici hanno però scovato un’altra motivazione ai suoi disturbi. Illuminando con una torcia il canale uditivo, infatti, è stata notata la presenza di un ragno, il quale deve aver probabilmente scambiato l’orecchio della donna per una comoda e accogliente tana. Fortunatamente l’animale, stimolato dalla luce, è uscito autonomamente dal suo nascondiglio, per poi essere prontamente catturato. Probabilmente, nel corso del tentativo condotto in ambito domestico, l’aracnide deve aver poco gradito l’improvvisa luce, spingendosi quindi a ridosso della membrana del timpano causando forte dolore.

=> Scopri il ragno che somiglia a una foglia


L’intera visita medica è stata ripresa in video, per poi essere condivisa sulla piattaforma YouTube, dove è diventata virale in pochissime ore. Non capita di rado che ragni e altri insetti trovino rifugio all’interno delle orecchie, di conseguenza è sempre sconsigliato dormire all’aperto in assenza di adeguate protezioni, quali lozioni repellenti o il ricorso a tende e zanzariere.

12 giugno 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
UPI
Immagini:
Lascia un commento