Praticare troppo esercizio fisico può danneggiare la salute dei denti. Secondo quanto affermato da alcuni dentisti, guidati dalla Dr.ssa Cornelia Frese dello University Hospital Heidelberg, un allenamento fisico intensivo comprometterebbe l’equilibrio della saliva esponendo al rischio di placca, carie o perdita dei denti.

Stando a quanto inserito nello studio, condotto da un gruppo di dentisti tedeschi dello University Hospital Heidelberg, ogni ora di allenamento diminuirebbe la quantità di saliva disponibile nel cavo orale, favorendo inoltre una sua alcalinizzazione. Questo porterebbe un indebolimento delle naturali difese dentali, favorendo l’insorgere di placca e carie, fino alla potenziale perdita o deterioramento dei denti.

Lo studio è stato condotto su 70 volontari, metà dei quali erano dei triatleti mentre gli altri 35 dei non atleti, dei quali sono state valutate abitudini sportive e condizioni dentali. In base alle misurazioni effettuate i ricercatori hanno concluso come, a differenza di quanto sostenuto da altri dentisti non impegnati nella ricerca, a causa il decadimento dentale negli sportivi non sarebbero le bevande zuccherate consumate, ma le variazioni nell’equilibrio salivare.

La saliva rappresenta la prima e più efficace difesa naturale del corpo umano nei confronti dei batteri che causano la placca. Una sua variazione verso una composizione più alcalina indebolisce tale protezione aprendo la porta a disturbi dentali. Un rischio che aumenterebbe, secondo i ricercatori tedeschi, per ogni ora di allenamento extra a settimana. Come ha spiegato la Dr.ssa Frese:

Il collegamento con le ore di allenamento non è stato forte a sufficienza da implicare un rapporto causa-effetto. Gli atleti dovrebbero avere maggiore cura dei loro denti, in più c’è bisogno di migliorare il regime di igiene orale per chi pratica dell’attività fisica e modifiche nutrizionali nel campo dell’odontoiatria sportiva.

26 settembre 2014
Fonte:
Lascia un commento