Continuiamo a dedicarci al parco delle Tremiti, minacciato dalle richieste di sondaggi ed eventuali trivellazioni in cerca di petrolio nelle più dirette vicinanze. Dalla riunione di due giorni fa, che ha visto collaborare e discutere i sindaci della zona e altri rappresentanti di enti locali, è venuta fuori una lettera per il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo – che ha concesso alla Petroceltic Elsa il permesso di iniziare i lavori.

La richiesta è quella di “una ulteriore moratoria sulle trivellazioni“, che non riguardi più soltanto la parte di mare compresa nel parco, ma che si estenda a tutta la zona circostante. Il rischio evocato è quello di una marea nera, simile a quella che ha messo in ginocchio il golfo del Messico – ma anche quella che ha devastato recentemente le coste vicino Porto Torres in Sardegna.

Il Ministero ha deciso, frattanto, di promuovere una riunione sull’argomento per il prossimo 27 aprile. Soddisfazione per questo risultato è stata manifestata dal presidente della provincia di Foggia, on. Antonio Pepe.

14 aprile 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Valentina, sabato 16 aprile 2011 alle5:50 ha scritto: rispondi »

""E il solare è la fonte con il potenziale produttivo più alto. Possiamo riprodurre artificialmente la fotosintesi per catturare l’energia solare e usarla. Basterebbe un’ora di sole per il fabbisogno energetico di un anno della Terra. Se la foglia lo può fare, noi possiamo farlo persino meglio. Serve solo uno sforzo multidisciplinare da parte di scienziati e ingegneri di talento."" Di fronte a speranze come queste proposte da Barber a cosaservono le trivellazioni in Mare

Lascia un commento