L’unione fa la forza, anche quando si tratta di acquistare un prodotto dal costo non indifferente per i bilanci delle famiglie in tempo di crisi economica. È partendo da questo ragionamento che si stanno evidenziando sul Web delle tendenze molto interessanti relative alle automobili a basse emissioni, in particolare attorno alla Toyota Yaris ibrida.

A quanto si apprende, infatti, si stanno formando in diverse città dei gruppo di acquisto con l’obiettivo di comprare più esemplari della Toyota Yaris ibrida, in modo da riuscire a puntare sulla quantità dei pezzi acquistati per spuntare sconti più sostanziosi rispetto a quelli ottenibili tramite trattative separate svolte da ogni cliente per conto proprio.

Da alcune testimonianze si evince che un gruppo di acquisto (GAI) si sta creando a Roma, mentre a Varese c’è già chi ha acquistato ben 16 Yaris ibride arrivando a ottenere uno sconto di 3.500 euro da sommare ad altre agevolazioni economiche sul costo dei tagliandi o dei ricambi.

Da parte sua, Toyota Motor Italia ha adottato in passato la posizione che vede la filiale indirizzare i gruppi di acquisto verso un determinato concessionario, ma chi per primo ha potuto sperimentare l’efficacia di questo sistema di acquisto afferma che è meglio proporre le proprie intenzioni a due o più rivenditori, così da sondare meglio il terreno e verificare chi e quanto è più disponibile a tagliare il prezzo di listino ufficiale.

Se il modello dei gruppi di acquisto prenderà piede in Italia oppure no è difficile da dire al momento, ma quel che è certo è che l’iniziativa si presenta molto interessante e, se davvero avrà successo andando oltre la Yaris ibrida per aprirsi ad altri modelli, potrebbe avere il duplice effetto di consentire un ricambio del parco auto con mezzi più moderni, puliti ed efficienti, nonché di dare un po’ di ossigeno a un mercato, quello dell’automobile, che sta vivendo in Europa uno dei periodi più difficili della sua storia.

14 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Gianfranco, venerdì 26 agosto 2016 alle1:24 ha scritto: rispondi »

Gradirei iscrivermi alla lista di gai... per l'acquistodi una Toyota Yaris hybrid. attendo Vostre istruzioni e possibilmente prezzo anche indicativo. Grazie

giovanni, domenica 26 gennaio 2014 alle11:23 ha scritto: rispondi »

Cari lettori, possiedo la Yaris Hibrid style da 2 mesi e le ho provate tutte per riuscire a consumar meno benzina,ma niente!! Per quanto riguarda la tecnologia Hibrid,nulla da dire,son riuscito a percorrere molti km in modalità elettrico in un percorso pianeggiante o discesa,ma peccato che però quando entra in funzione il motore a benzina, in un attimo vedo prosciugare il serbatoio . Anche osservando i consumi istantanei ,nel display l100km , vedo valori assurdi come 30,40 l100km neanche stessi guidando una ferrari o andassi al max dell'acceleratore,anzi parliamo di velocità di 6070 kmh. Allora facendo i miei calcoli di un consumo reale ho notato ,a malincuore, che si aggirano intorno a 1517 kml.. ma la Toyota la propone per 2732 kml . Pensando fosse un problema di motore termico ,mi reco all'officina Toyota.Dopo una prova effettuata col meccanico, mi vien detto che la macchina non ha nulla che non và! E' questa!! Chiedo il perchè di quei valori pubblicizzati dalla Toyota,come devo guidare per ottenere un consumo di almeno 25kml?? Mi risp: quei valori son raggiunti nei circuiti di prova effettuati,ma nell'uso quotidiano,impossibili da raggiungere!! DELUSO torno a casa e col rimpianto di aver permutato la mia auto (Opel Astra 2007 Cosmo 1,9 td 120cv) che di consumi si aggirava intorno ai 16 kml ,ma almeno quando volevo fare una guida sportiva,Potevo! Insomma che dire, a paragone avrei comprato un Auto a benzina o diesel ,o meglio ancora a metano, spendendo la metà dei soldi con gli stessi consumi!! Non trovo LEALE la vendita di un mezzo che non rispecchi i dati dei consumi reali! Dopo 3 auto nuove, questa è la prima che MI PRENDE IN GIRO. Quindi,cari consumatori, se siete allettati dall' Hibrido, state attenti alle vostre aspettative.. Valutare bene il costo maggiore dell'auto, per risparmiare in cosa? La tassa? I freni? mahhh Dobbiamo valutare il solo dato preoccupante.. LA BENZINA!!!

mango antonio, venerdì 24 gennaio 2014 alle19:32 ha scritto: rispondi »

mi interessa. Grazie

luigi, sabato 5 ottobre 2013 alle20:47 ha scritto: rispondi »

Se l'obiettivo è quello di giungere ad un prezzo competitivo con le auto aventi motorizzazioni solo benzina o diesel, allora l'iniziativa può avere successo. Ovvio che nel calcolo economico vanno considerati anche i costi di gestione confrontati con altre motorizzazioni. Al momento le motorizzazioni che sembrano avere grande convenienza sono quelle alimentate a metano, pur considerando tutti i limiti propri del metano quali scarsa autonomia, peso delle bombole, revisione di queste ultime, scarsa coppia motrice ecc. Attendo un prezzo per la Toyota yaris

Simona, domenica 22 settembre 2013 alle22:16 ha scritto: rispondi »

Vorrei iscrivermi alla lista di gai3 per l'acquisto di una Yaris Hybrid .Abito a Roma e attendo vostre istruzioni anche io,grazie

Lascia un commento