Sotto lo stand Toyota del Salone di Ginevra ci sarà un’interessante novità “verde”, si tratta della Yaris HSD Concept, modello che anticipa la terza generazione della citycar giapponese che in Europa arriverà entro la fine dell’anno.

Dotata della tecnologia Hybrid Synergy Drive (da qui la sigla HSD del nome), la nuova Toyota Yaris ibrida si distingue dalle sorelle con motore tradizionale per diverse soluzioni estetiche come i nuovi profili aerodinamici, la presa d’aria anteriore di grandi dimensioni, lo spoiler sul lunotto posteriore e i cerchi in lega da 18 pollici.

Ma dove la differenza si fa più marca è ovviamente sotto il cofano, dove il motore a benzina è accoppiato ad un propulsore elettrico sincrono a magnete permanente, scelta che permette alla piccola giapponese di funzionare in modalità ibrida, unendo appunto le potenzialità di entrambi i motori, o in modalità esclusivamente elettrica mediante la pressione del tasto EV posizionato nell’abitacolo.

In tal modo la Yaris HSD si trasforma in una vettura elettrica a emissioni zero, seppur solamente a condizione che non si superi la velocità di 50 km/h, rendendo questa modalità applicabile solamente per gli spostamenti in città.

La citycar mostrata a Ginevra appare particolarmente attenta al rispetto dell’ambiente, tanto da essere fornita di pannelli solari piazzati sul tetto e utili per accumulare l’energia necessaria a far funzionare alcuni accessori della vettura come il climatizzatore, la chiusura centralizzata, le luci interne e i vetri elettrici.

La nuova Yaris HSD sarà prodotta nello stabilimento Toyota di Valenciennes a partire dal 2012 e arriverà quindi sul mercato con diversi mesi di ritardo rispetto alle versioni alimentate a benzina e diesel, ma nonostante questo, si annuncia come un’opzione di grande interesse che, se solo confermerà il successo delle due generazioni che l’hanno preceduta, potrebbe aprire la via alla diffusione su larga scala dell’auto ibrida anche sul nostro mercato.

2 marzo 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento