Toyota sta progettando uno strumento di mobilità cittadina molto simile al Segway, il dispositivo di trasporto personale a due ruote che tanto successo ha avuto tra appassionati e curiosi. Si chiama Winglet, è attualmente in fase di test e promette di essere una soluzione più leggera e alla portata di tutti.

Non si tratta di certo di una novità: le basi del progetto sono state annunciate dalla stessa Toyota nel 2008, oggi però arriva il primo trial pubblico per le strade di Tsukuba, in Giappone. La caratteristica che salta immediatamente all’occhio è come il Winglet sia di dimensioni certamente più contenute rispetto al competitor Segway, così che possa essere facilmente trasportato all’interno degli edifici, possa salire sui mezzi pubblici e addirittura entrare in ascensore.

Scopri il kit fai-da-te per trasformare le bici in elettriche

Le performance sono però lievemente inferiori: il monopattino elettrico raggiunge una velocità di crociera di 4 chilometri orari – praticamente la stessa velocità ottenuta camminando speditamente – ha un’autonomia di un’ora e richiede 90 minuti per la ricarica completa.

Tra le peculiarità interessanti, un’ottica completamente orientata alla facilitazione dell’interazione con l’utente. Quando si sale sul dispositivo, infatti, il Winglet bilancia automaticamente il baricentro analizzando peso e forza del piede poggiato, così che la salita sia priva del rischio di cadute. Quando si scende, invece, il monopattino si inclina alla pressione di un tasto per agevolare la discesa. Durante la corsa, invece, il Winglet rimane sostanzialmente identico al rivale: inclinando il corpo in avanti si procede, ritirandosi si rallenta e i piegamenti a destra e a sinistra permettono di cambiare direzione. I primi prototipi del 2008 – proposti in galleria – mostravano anche modelli con attracco alle ginocchia, forse però scomparsi in queste ultime release.

Realizzato dalla Tsukuba Mobility Robot Experimental Zone, la sezione dedicata alla robotica di Toshiba, le prime corse su strada del Winglet risalgono al 2001: da allora l’azienda è stata in grado di collezionare oltre 7.000 km di dati per perfezionare il prodotto, che si avvia quindi alla sua fase finale di testing prima del rilascio al grande pubblico. Non è dato sapere, però, quando il monopattino elettrico potrà essere effettivamente acquistato, né tantomeno i prezzi per i possibili acquirenti.

26 luglio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento