Si può definire l’ibrida con l’anima di un’elettrica la nuova Toyota Prius Plug-in, nuova variante della vettura giapponese che, pur mantenendo l’impostazione da classica automobile ibrida, costituita com’è da un sistema che prevede la presenza della doppia tecnologia di propulsione, si avvicina, e non poco, alle peculiarità tipiche di una vettura totalmente elettrica.

Il vantaggio di essere plugin consente alla Toyota Prius in questione di essere ricaricata semplicemente collegandola a una comune presa di corrente domestica, dove completerà il proprio ciclo di ricarica in 90 minuti senza ricorrere alle apposite colonnine. Questo agevola non poco il suo utilizzo e rende decisamente più pratico pianifica anche i lunghi spostamenti.

Non è ovviamente meno interessante la possibilità di viaggiare utilizzando esclusivamente la modalità elettrica, senza l’ausilio del motore a combustione interna, un quattro cilindri 1.8 a benzina da 99 cavalli. Tale modalità può essere sfruttata dal conducente della Toyota Prius plugin per percorrere fino a 25 chilometri, raggiungendo una velocità massima fino a 85 km/h.

I consumi, come tradizione per la giapponese di Toyota, si mantengono su livelli molto buoni, arrivando a richiedere 2,1 litri di carburante per percorrere 100 chilometri, salendo a 3,7 litri ogni 100 chilometri nella modalità di funzionamento full-hybrid, ovvero con parte della potenza generata dal propulsore termico che viene utilizzata per ricaricare l’unità elettrica. Le prestazioni sono in linea con quelle della Toyota Prius “normale” e vedono una velocità massima di 180 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h effettuata in 11,4 secondi.

Esternamente la Prius plugin si riconosce dal resto della gamma per i cerchi in lega specifici con diagonale da 15 pollici, per il logo e i badge dedicati, per le cromature posizionate nella zona anteriore e per i gruppi ottici con stop a LED. L’unico allestimento in cui è disponibile viene offerto sul mercato italiano al prezzo di 39.600 euro.

5 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento