Dopo aver esordito al Salone di Francoforte nel mese di settembre, la rinnovata Toyota Prius si prepara a debuttare sul mercato la prossima primavera. Saranno introdotte in gamma diverse novità e si aprirà la strada all’arrivo, previsto per il secondo semestre dell’anno, della nuova variante Prius+ che amplierà la famiglia dell’ibrida giapponese.

La Toyota Prius 2012 si presenta con un frontale ritoccato, che beneficia adesso di un paraurti inedito, di nuovi luci diurne a LED e di gruppi ottici posteriori di nuovo disegno. I retrovisori esterni sono elettrici e integrano gli indicatori di direzione, mentre dal punto di vista tecnico i progettisti hanno lavorato sulla scocca, più rigida rispetto alla versione precedente, e sull’assetto, migliorando il comfort e garantendo un buon feeling di guida. Sono stati aggiunti inoltre i due nuovi colori per la carrozzeria denominati “Red Met” e “Dark Violet Met”, che portando a sette il totale delle varianti disponibili.

Novità sono state introdotte anche nell’abitacolo, dove si notano nuovi inserti in color argento abbinati a inediti rivestimenti di colore scuro. Lo schermo multifunzione è stato dotato del nuovo “Display Vacuum Fluorescent” a 16 gradazioni di colore, mentre l’indicatore EV, i nuovi “Registro dei Consumi Mensili” e la funzione di “Risparmio Eco” si annunciano come strumenti indispensabili per garantire un corretto utilizzo della vettura anche a chi si avvicina per la prima volta a un modello ibrido.

La dotazione di bordo comprende inoltre il sistema multimediale “Toyota Touch 6.1 full colour” con interfaccia touchscreen, che include a sua volta un lettore CD/MP3, la connettività Bluetooth per telefoni cellulari con funzione streaming, una porta USB e la telecamera posteriore. A questi accessori si aggiunge il sistema “Toyota Touch & Go Plus” basato sull’unità multimediale Toyota Touch e completo di 8 altoparlanti, del sistema dispone di riconoscimento vocale per l’inserimento degli indirizzi di navigazione, della funzione per l’invio e la ricezione di email e del dispositivo vocale per la lettura degli SMS.

Per quanto riguarda i livelli di consumi ed emissioni la Toyota Prius mantiene i buoni livelli raggiunti finora e che le hanno consentito di porsi ai vertici del suo segmento, assicurando per il motore a benzina 1.8 16v VVT-i un consumo medio di 3,9 l/100 km nel ciclo combinato e un livello di CO2 pari a 89 g/km, valori che per la versione plugin saranno ancora più bassi grazie alla possibilità di viaggiare nella modalità completamente elettrica per circa 23 chilometri.


Toyota punta a confermare il successo della sua ibrida, che ha già venduto quasi 100.000 unità dal debutto avvenuto un paio di anni fa, puntando sull’introduzione della Prius plugin Hybrid, anch’essa in arrivo nella seconda parte del 2012. Si affiancherà all’altra novità rappresentata dalla monovolume Prius+ e alla “tradizionale” Prius.

Uno sguardo al listino conferma un prezzo di partenza di 27.500 euro per la Prius Active, per passare ai 28.500 euro della versione intermedia Style fino ad arrivare ai 33.200 euro richiesti per la più completa Prius Lounge.

16 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento