La domanda di auto ecologiche è in forte crescita in diversi mercati occidentali e la conferma arriva dai risultati raggiunti da Toyota con la sua Prius, la vettura ibrida lanciata nel 1997 e che in poco meno di 14 anni ha raggiunto diversi traguardi.

L’ultimo ad essere conquistato in ordine di tempo è stato reso noto dalla stessa Toyota, che ha comunicato di aver da poco toccato quota 1 milione di esemplari venduti negli USA, dove questo modello ha trovato veramente la sua dimensione, riuscendo ad entrare nel cuore degli automobilisti americani grazie alle sue indiscusse qualità.

La berlina giapponese ha fatto da apripista al mercato delle auto a basse emissioni, che proprio negli ultimi anni ha raccolto l’attenzione del pubblico diventando la nuova direzione verso cui guardano un po’ tutti i grandi produttori mondiali.

La Toyota Prius arriva così a festeggiare un altro piccolo “record”, dopo aver festeggiato lo scorso ottobre il superamento della quota di 2 milioni di esemplari immatricolati nel mondo dal suo debutto, mentre sempre nel 2010 ha fatto registrare ben 315.669 unità consegnate sul mercato interno, cioè su quello giapponese.

I numeri potrebbero essere ulteriormente migliorati anche grazie all’arrivo della Toyota Prius+, la nuova variante già annunciata che quanto arriverà, il primo semestre del 2012, sarà il primo veicolo a 7 posti full-hybrid proposto in Europa.

Forte di questi risultati, la casa giapponese punta inoltre ad estendere la filosofia che ha portato alla nascita della Prius a tutti i modelli della sua gamma, che nei prossimi anni sarà composta da almeno una variante ibrida o elettrica per ogni modello in aggiunta alle versioni con tecnologie di propulsione tradizionali.

8 aprile 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento