È stata presentata lunedì in Giappone la nuova versione della Toyota Prius, l’automobile ibrida più venduta al mondo. Giunta al terzo modello dal primo del ’97, oltre all’ammodernamento la nuova Prius mira a ridurre il prezzo di vendita per aumentare la diffusione di questo tipo di vetture.

Con 80.000 esemplari già prenotati in Giappone, l’azienda punta infatti alla vendita di 400.000 automobili l’anno, ad un prezzo di circa 15.000 euro l’una, finalmente competitivo con la grande rivale del settore ibrido, la INSIGHT della Honda (il veicolo più venduto in assoluto in Giappone).

La nuova Prius, secondo le stime della casa produttrice, sarà in grado di percorrere 50 miglia (80 Km) con un gallone (3,8 litri), grazie al suo motore per metà a carburante e per metà elettrico. Una Prestazione di poco migliore alla versione precedente.

Dove invece la nuova Prius vuole innovare è proprio nel prezzo. La sfida è infatti quella di rilanciare l’ecologico mercato delle auto ibride, il quale ha subito un duro colpo d’arresto con lo stabilirsi negli ultimi tempi del prezzo del petrolio, tornando ad essere poco competitivo.

La riduzione dei costi del nuovo modello, oltre alla decisione dell’azienda di continuare a vendere il vecchio modello a prezzo ancora minore, vorrebbe contrastare proprio questa tendenza e affermare definitivamente la tecnologia ibrida, anche in Europa e negli Stati Uniti, dove l’auto sarà lanciata a breve.

Un’impresa ambiziosa, che però la Prius, che per prima tra le auto ibride al mondo ha saputo imporsi al mercato, potrebbe essere in grado di tentare nel migliore dei modi.

19 maggio 2009
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento