Tour Eiffel: pannelli fotovoltaici e pale eoliche per il simbolo di Parigi

Anche i miti si rinnovano. La Tour Eiffel, simbolo di Parigi dal 1889, diventerà presto più “ecologica” grazie a un progetto di efficientamento che prevede l’installazione di 4 pannelli solari e 4 pale eoliche, che permetteranno di ridurre del 50% il consumo di elettricità per l’illuminazione della Torre e di produrre in modo sostenibile la metà dell’acqua calda utilizzata all’interno dei bagni e del ristorante.

Insomma a Parigi hanno deciso di sfruttare le proprietà dell’energia ricavata dal fotovoltaico a tutto campo, rendendo uno dei monumenti simbolo della capitale francese ancora più eco-solidale.

Non è la prima volta, in realtà, che la Tour viene sottoposta a un restyling in salsa verde. Già da qualche tempo infatti, l’amministrazione parigina ha deciso di utilizzare solo vernici ad acqua, meno tossiche, per gli interventi di manutenzione. Le lampadine utilizzate per illuminare la struttura inoltre, sono tutte a Led a risparmio energetico, mentre la durata dello spettacolo luminoso che anima la torre a mezzanotte è stata ridotta da 10 a 5 minuti.

Sempre per ridurre l’impatto sull’ambiente inoltre, da qualche tempo è stata introdotta la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti sul monumento. Adesso, l’ulteriore passo nella direzione della sostenibilità, con l’installazione degli impianti a fonti rinnovabili a cui si aggiungerà anche un sistema di raccolta e riutilizzo dell’acqua piovana.

Costo totale delle modifiche “green”: 25 milioni di euro per circa 18 mesi di lavoro, ma il cantiere non dovrebbe prendere il via prima della primavera del 2012. La somma necessaria per realizzare l’intervento sarà stanziata dalla società che gestisce la torre parigina e dall’amministrazione della Ville Lumiere.

L’operazione di efficientamento della Tour Eiffel fa parte di un più generale intervento di ristrutturazione del primo piano dell’edificio, attualmente il meno amato dai turisti, che preferiscono arrampicarsi direttamente sulle piattaforme più alte. Sarà realizzata una sala per spettacoli e un’altra, da 300 posti, per conferenze e convegni, oltre a boutiques, un caffè e un piccolo museo. Sul grande foro centrale, infine, sarà installata una corolla traslucida che darà ai visitatori l’illusione di camminare nel vuoto.

3 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giacomo, giovedì 3 novembre 2011 alle22:21 ha scritto: rispondi »

Questa si che è una bella idea!

Lascia un commento