È una torta semplice, onesta, che arriva dalla cultura povera paesana di una volta. Prende le sue origini nella zona della Brianza lombarda, e si presenta con molti nomi locali anche se è conosciuta come torta nera brianzola. Il dolce deve la sua creazione alle disponibilità di un tempo, a ciò che forniva la dispensa in tempi di povertà e crisi. Non a caso l’ingrediente principale è il pane avanzato anche un po’ raffermo, ma anche il cioccolato. Vista la sua semplicità di esecuzione, e la sua bontà incredibile, potrebbe trasformarsi nella torta giusta per la Festa della mamma.

>> Scopri come preparare della Nutella fatta in casa

È nota anche come Torta pane, oppure Paciarella o Torta dei morti, perché spesso veniva proposta durante il periodo della commemorazione dei defunti. Ma la torta al cioccolato è un dolce molto intenso e gustoso, che prevede l’aggiunta di pinoli e uvetta per una Festa della mamma morbida e golosa.

Ingredienti

  • 100 g di cacao amaro in polvere oppure una barretta di fondente;
  • 320 g di pane raffermo;
  • 1 litro di latte di soia;
  • 130 g di amaretti oppure biscotti secchi;
  • 120 g di pinoli;
  • 80 g di uvetta;
  • 130 g di zucchero di canna;
  • liquore per dolci.

Per incentivare il gusto di questa torta nera brianzola è possibile preferire pane all’anice, a seconda dei gusti, mentre se si vuole un risultato vegan prediligere latte di soia e biscotti senza ingredienti di origine animale. La ricetta originale contempla due uova, ma è possibile ottenere un ottimo risultato anche con gli ingredienti base. Tagliate il pane a pezzetti, con il coltello o con le mani, quindi lasciatelo in ammollo nel latte caldo. Il tutto dovrà macerare per 4 ore o anche una notte intera, così da ottenere una sorta di pappone che mescolerete ogni tanto con un cucchiaio di legno.

>> Scopri come il cacao possa essere un rimedio per la tosse

Mettete l’uvetta in ammollo in una ciotolina con del liquore per dolci, magari uno all’anice, quindi strizzate e unite all’impasto di pane. Versate gli amaretti sbriciolati, oppure i biscotti secchi e il cacao (in polvere oppure la tavoletta sciolta a bagnomaria) all’interno del mixer quindi frullate perfettamente. Versate l’impasto ottenuto nella ciotola con pane e uvetta, mescolate accuratamente aggiungendo pinoli e zucchero. Se preferite frullate velocemente con il mixer, mantenendo l’impasto grossolano, oppure mescolate semplicemente e versate in uno stampo per dolci ricoperto con carta da forno.

Infornate a 180° per un’ora, testando la cottura con uno stuzzicadenti. Estraete il dolce e lasciate raffreddare. La torta dovrà risultare compatta, quindi cotta a puntino. Esternamente più croccante, ma internamente morbida e saporita. Più cioccolato amaro aggiungerete più la torta risulterà densa e intensa. è un prodotto veloce da preparare, ideale per chi non ama i prodotti di origine animale e sposa la cultura vegan. Ma anche per le mamme golose che amano il cioccolato e i dolci.

11 maggio 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento