Le arance, presenze importanti della stagione invernale, trovano spazio sulla tavola delle feste, nei cesti dono e di sicuro per il cenone di fine anno. Sono dolci, succose, con una punta leggermente asprigna che ne caratterizza il gusto. Ottime da assaporare attraverso una spremuta appena fatta, fresche e benefiche per il corpo e per la salute. Senza dimenticare il loro valido aiuto come fondamentale presenza per la colazione o la merenda, per una ricarica di vitamina C. Le arance trovano spazio anche come aggiunta aromatica per le pietanze classiche, ma anche per dolci, biscotti e sicuramente anche come insalata atipica, ma non per questo priva di sapore.

=> Scopri tutto sul Natale



Sono delle vere delizie piene di effetti benefici per la salute. L’incredibile concentrazione di vitamina C protegge dai virus e batteri di stagione, contrastando i malanni e aumentando le difese immunitarie. Per questo degustarle semplicemente spremute, o come ingrediente base di una soffice torta, è un piacere per il palato. La soluzione più efficace per ingolosire grandi e piccini, per accontentare tutti offrendo un prodotto fresco e mai banale. Preparare velocemente una torta alle arance è la soluzione migliore per portare in tavola una ricetta soffice, morbida e genuina per festeggiare il Natale.

La ricetta

Per un dolce saporito e davvero morbido, è importante cercare gli ingredienti giusti, i complici ideali per un’ottima riuscita. Perciò procuratevi: 250 grammi di farina bianca o integrale, 170 grammi di zucchero di canna, 100 ml di olio di semi di girasole, 2 arance, 3 uova, un bustina di lievito oppure cremor tartaro, un bicchiere di latte, un baccello di vaniglia, zucchero a velo e aroma all’arancia a piacere.

=> Scopri tutto sulla marmellata fatta in casa


Spremete le arance per ottenere il succo e grattugiate la scorza, che dovrà risultare non trattata e per questo sana. A parte lavorate per circa quindici minuti le uova in una ciotola capiente con lo zucchero e una frusta elettrica, così da ricavare un composto spumoso che renderà la torta soffice e leggera. Aggiungete gradualmente la scorza d’arancia, il succo e l’olio di semi di girasole. Mescolate sempre con la frusta per amalgamare perfettamente e, per ultima, unite gradualmente la farina e il lievito (o il cremor tartaro e, a piacere, anche l’essenza all’arancia), quindi il latte tiepido dove avrete fatto bollire i semi di vaniglia. Proseguite mixando per eliminare i grumi, preparate la tortiera con burro oppure inumidendo la carta da forno, che farete aderire allo stampo. Aggiungete un po’ di farina a pioggia e versate il composto, infornate a 180° per circa 35 minuti fino a cottura ultimata. Testate il tutto con il classico stecchino di legno, per confermare la doratura e la morbidezza del dolce. Lasciate raffreddare e servite con una spolverata di zucchero a velo, con l’aggiunta di gelato al limone oppure cioccolata calda, ma anche arance caramellate o una crema al limone.

Consigli

Ovviamente è possibile creare un composto totalmente vegan, sostituendo le uova e il latte con il latte di soia ma anche di mandorle, aumentando il quantitativo di succo d’arancia. Si può utilizzare anche l’olio d’oliva, quindi spezie come cannella, chiodi di garofano, un pizzico di zenzero, nocciole, mandorle, noci tritate e gocce di cioccolato fondente. Per i più golosi, si può unire all’impasto lo yogurt greco al gusto di vaniglia e completare il tutto con fette di arancia croccante.

27 dicembre 2016
Lascia un commento