Si presenta come una cheesecake, ma non lo è. La torta al melone è una ricetta vegan estiva che si avvale di uno dei frutti di stagione più interessanti, il melone cantalupo. Non soltanto per il gusto estremamente dolce: il melone, infatti, è utile anche per la sua pigmentazione, perché, quando si parla di tavola e di dessert, anche l’occhio vuole la sua parte.

Per la preparazione di questa ricetta vegan, oltre ai normali attrezzi da cucina, occorre una teglia apribile, che consente di consumare il dolce senza che esso si deformi nell’impiattarlo.

La ricetta

Ingredienti:

  • 250 g di biscotti secchi vegan;
  • 90 g di burro vegetale;
  • 5 banane;
  • 300 g di nocciole;
  • acqua qb;
  • 1/2 melone cantalupo.

Lasciare a bagno nell’acqua le nocciole per tutta una notte. Bisogna essere infatti lungimiranti: la preparazione di questa ricetta deve avvenire almeno la sera prima. Insieme a questo passaggio, è meglio sbucciare e congelare le banane, esattamente come pulire il melone cantalupo, tagliarlo a cubetti e congelare anche quello.

Dalla mattina successiva, si possono tritare i biscotti: per questo passaggio, ci si può servire anche di un frullatore, in modo che la grana dei biscotti secchi sia uniforme. Dopo aver tenuto il burro vegetale a temperatura ambiente, questo andrà compattato proprio con i biscotti: si tratta di un passaggio molto importante che richiede un lavoro certosino, per garantire la tenuta dell’intera torta. Analogamente, quando si stende il fondo con biscotti e burro vegetale su una teglia apribile foderata da carta forno, si deve badare che il fondo stesso non presenti cedimenti. Dovrà caratterizzarsi per uno strato alto almeno un centimetro, il più possibile compatto. Il fondo va posato in frigorifero durante la prossima fase, per l’indurimento.

Scolare le nocciole e frullarle con le banane, in modo da ottenere una crema uniforme e consistente. Versare due terzi della crema ottenuta sul fondo della torta e rimettere il tutto in frigo. Il restante terzo della torta deve tornare nel frullatore, per essere passato insieme al melone: questo sarà l’ultimo strato del dolce, che quindi va rimesso nuovamente in frigo.

Dopo un paio d’ore di frigorifero, la torta può dirsi finalmente pronta: si può passare alla decorazione. Su possono utilizzare per esempio ulteriori pezzetti di melone, ma anche bacche di Goji.

Banane, un ottimo sostituto vegan

Le banane sono un alimento che spesso entra nelle ricette vegan. Questo accade perché vengono utilizzate sovente, data la loro compattezza, al posto delle uova nelle preparazioni. Ma bisogna ricordare come questo frutto possegga moltissime altre qualità da non trascurare.

Innanzitutto le banane sono ricche di acqua, una bassissima fonte di grassi – ma attenzione nelle diete dimagranti, perché contengono molti carboidrati – e una buona fonte di fibre. Per questo motivo, se il frutto è maturo, aiuterà l’intestino a lavorare meglio. Tra le qualità del frutto, vi è la presenza di numerose vitamine, la vitamina A, alcune vitamine del gruppo B (B1, B2 e B6), la vitamina C, la vitamina E e la vitamina PP. Sono anche presenti numerosi sali minerali, tra cui il più celebre potassio, ma anche il ferro: per questo, le banane sono indicate alle donne in gravidanza.

16 agosto 2016
Lascia un commento