La torta al limone è tra i dolci più classici e semplici da realizzare: ottima per ogni momento della giornata, è un prodotto dal gusto intenso ma delicato. Dessert tipico della cultura culinaria italiana, è un dolce che riporta alla memoria ricordi scolpiti nel passato. Spesso piccoli fotogrammi fugaci dell’infanzia, dove merende e domeniche erano impreziositi dalla presenza di questa delizia vegetariana dal colore giallo. Nonne, mamme, zie, sorelle all’opera con questa torta in grado di profumare di sole l’intera cucina.

La torta al limone si può preparare facilmente, grazie a pochi e mirati prodotti che garantiscono un dolce soffice, goloso ed economico. Ideale anche per chi ama la cucina vegetariana, la si può assaporare in tandem anche con il gelato. Quindi creare una versione più light utilizzando prodotti meno raffinati, magari farine bio e integrali, zucchero di canna, burro e latte di soia. Profumo e gusto agrumato, è una torta dalla consistenza morbida e leggera.

Come si prepara

Ingredienti

  • 130 grammi di farina integrale;
  • 120 grammi di amido di mais;
  • 250 grammi di burro anche di soia oppure 5 cucchiai di olio d’oliva;
  • 250 grammi di zucchero di canna;
  • 4 uova;
  • 1 bustina di lievito vanigliato;
  • succo e scorza di due limoni;
  • zucchero a velo;
  • 4 cucchiai di latte anche di soia alla vaniglia;
  • sale q.b.

Questa variante potrebbe risultare più light grazie alla presenza di prodotti meno raffinati, più naturali, magari preferendo limoni bio, quindi trattati senza l’utilizzo di agenti chimici. Ma anche uova da allevamento a terra, se possibile acquistate dal contadino, quindi sicuramente meno impattanti e più sane. Il primo passaggio prevede l’inserimento dei tuorli e dello zucchero in una ciotola molto capiente. Mescolate il tutto con lo sbattitore elettrico montando a spuma, aggiungete il burro ammorbidito a temperatura ambiente (magari a bagnomaria) oppure l’olio, quindi il succo e la scorza grattugiata dell’agrume.

Un’alternativa di questo procedimento prevedere l’inserimento dello zucchero e dei tuorli, a temperatura ambiente e uno per volta, in un pentolino dove scaldare il tutto a fiamma bassa mescolando con la frusta. Successivamente si versa il composto in una ciotola – o una planetaria – montando tutto a neve come già illustrato. A parte setacciate la farina con l’amido di mais, il lievito vanigliato e un pizzico di sale a piacere, mentre montate a spuma anche gli albumi.

Unite a cucchiaiate il mix di farina alla prima montata a neve, quindi gli albumi mescolando il tutto con una spatola dal basso verso l’alto e infine il latte (a piacere). Quando il composto si sarà ben amalgamano, imburrate la teglia e versate una spolverata di farina, aggiungete il composto della torta livellandolo. Infornate per circa 45 minuti a 180 gradi, oppure un’ora abbondate a 150 gradi. Dipende dalla potenza del forno di casa ma, per testare la cottura, è possibile monitorare il tutto con uno stuzzicadenti. Una cottura a bassa temperatura e, quindi più lenta, permetterà una lievitazione omogenea e naturale. Quando sarà pronta spegnete il forno e lasciatela raffreddare sul tavolo, completate spolverando con lo zucchero a vero. A piacere potrete decorarla con fettine di limone caramellato, con una crema oppure un gelato alla vaniglia, ma anche aggiungere yogurt al composto.

16 maggio 2016
Lascia un commento