Dimagrire e tornare in forma grazie a 5 cibi. Consumando questi alimenti nelle giornate in cui si è scelto di allenarsi sarebbe possibile non soltanto perdere peso, ma ottenere maggiori risultati durante la propria sessione di esercizio fisico. Ad affermarlo gli esperti della rivista britannica Weight Watchers.

=> Scopri perché mangiare in un piatto rosso aiuta a dimagrire

Dalle pagine della rivista britannica arriva una sorta di promemoria sull’importanza che i cibi consumati in corrispondenza dell’allenamento hanno rispetto ai risultati ottenuti. Sia che si stia cercando soprattutto di dimagrire che nel caso in cui l’obiettivo sia duplice, ovvero perdere peso e tornare in forma, gli alimenti scelti in maniera più frequente devono fornire le energie richieste senza trasformarsi per altri versi in una sorta di “zavorra”.

=> Leggi perché per dimagrire è meglio svolgere esercizio fisico a digiuno

Dai “Weight Watchers” arriva una mini lista di 5 cibi da mangiare per ottenere maggiori risultati dal proprio allenamento, composta da quinoa, patate dolci, tacchino, fagioli neri e avena. Ecco le loro caratteristiche più apprezzate:

  • Quinoa – Questi semi rappresentano un’ottima fonte di proteine oltre che di magnesio, quest’ultimo molto importante al fine di avere le energie a disposizione nel momento del bisogno. La quinoa rappresenta inoltre una valida alternativa alle proteine della carne per vegetariani e vegani, oltre a poter essere consumata anche dai celiaci in quanto senza glutine. Viene consigliata anche per il pasto successivo alla sessione di allenamento.
  • Patate dolci – In caso di allenamento intenso come ad esempio una sessione di spinning è consigliata dai “Weight Watchers” la scelte delle patate dolci per il proprio pasto post-esercizio, così da rifornire il proprio corpo di carboidrati e proteine, così da favorire il recupero muscolare. In più forniranno anche un buon apporto di vitamina C e beta carotene.
  • Tacchino – Vitamine del gruppo B, selenio e fosforo rendono questo tipo di carne indicato, secondo gli esperti britannici, all’interno di una dieta che accompagni l’attività fisica. Meglio se servito insieme ai cavoli e preceduto da una pasta integrale condita con un sugo semplice, per assicurare anche un buon apporto di fibre.
  • Fagioli neri – Questi legumi sembra siano indicati soprattutto a pranzo, per la loro capacità di fornire un giusto apporto di proteine e fibre, limitando inoltre l’insorgere di attacchi di fame durante la giornata.
  • Avena – Mangiare avena per colazione è un ottimo modo di iniziare la propria giornata di allenamento. Può vantare un ridotto indice glicemico e fornisce così un rilascio di energie lento durante la giornata. Aiuta inoltre a evitare possibili picchi, responsabili in alcuni casi di un consumo incontrollato di snack nelle ore seguenti.

2 maggio 2017
Fonte:
Lascia un commento