Tante storie con protagonisti cani e gatti stanno provenendo da Moore, vicino a Oklahoma City, dove la scorsa settimana si è abbattuto quel violento tornado che ha raso al suolo la cittadina. Alcune sono vicende di dolore e morte, altre di incredibili ricongiungimenti, altre ancora di positiva speranza. Fra queste la storia di un cane nero che per giorni ha sorvegliato il cadavere di un uomo, sepolto sotto le macerie.

>>Scopri il ricongiungimento di una donna anziana con il suo cane dopo il tornado

È stato lo sceriffo del dipartimento di Oklahoma City a scovarlo: il cucciolone, con aria triste, se ne stava nei pressi di una casa crollata, immobile e silenzioso. L’uomo ha quindi deciso di scattare una fotografia, pensando si trattasse di un cane disperso, e ne ha pubblicato l’immagine sui social network. In queste ore su Twitter, Facebook e Reddit è infatti partita una vera e propria gara d’aiuto virtuale, con la circolazione rapida di immagini di animali nomadi affinché i legittimi proprietari possano facilmente ritrovarli.

Lo sceriffo ha quindi preso con sé il cane e l’ha affidato alle cure di un rifugio locale, dove è stato ospitato per un’intera notte. E proprio durante quella notte, le squadre di soccorso hanno trovato un cadavere sepolto sotto le macerie, a pochi centimetri da dove l’animale ha stazionato a lungo immobile. Si è perciò pensato si trattasse del proprietario e, così, si è deciso di pubblicare su Facebook un annuncio per la sua adozione.

>>Scopri i cani anti-terremoto

Proprio grazie a Facebook, tuttavia, si è scoperta la singolare biografia dell’animale: è una cagnolina, si chiama Susie e i proprietari sono fortunatamente illesi dopo la catastrofe. Non è dato sapere perché Susie stazionasse nei pressi del cadavere e perché vi sia rimasta per giorni, non essendo l’uomo il proprietario e nemmeno un conoscente di famiglia. Con molta probabilità, la piccola è fuggita durante il tornado e nel suo girovagare ha avvertito la presenza del corpo, attendendo pazientemente affinché qualcuno se ne accorgesse. Un altro caso, se ce ne fosse ancora bisogno, che conferma come i cani siano in grado di donare amore incondizionato a tutti gli uomini, anche a quelli che non conoscono.

24 maggio 2013
Fonte:
Lascia un commento