Tornado in Illinois: cani sepolti vivi sotto le macerie

Un tornado devastante ha colpito nei giorni scorsi la zona di Washington, nell’Illinois, creando sgomento e molta paura. Una furia devastatrice che ha impegnato gli abitanti della zona per più di 30 ore, tutte trascorse al riparo nei centri di accoglienza locali, nei bunker o in scantinati sotterranei. Gli americani sono tristemente abituati a questo genere di eventi catastrofici, portatori di distruzione e morte. Una routine devastatrice in grado di spazzare via case e strutture in mattoni, lasciando la popolazione smarrita e sperduta. Molti di loro hanno portato in salvo figli e famiglia, ma non tutti sono riusciti a convincere cani e animali domestici a seguirli nel rifugio.

È il caso di Jon Byler Dann, in quale ha trascorso le ore d’inferno stretto ai suoi quattro bambini ma che non è riuscito a portare con sé il cane Maggie. La 12enne di razza Shetland Sheepdog è fuggita più volte rintanandosi all’interno della cuccia in bagno, non sono valsi a nulla i tanti tentativi di trascinarla nello scantinato contro i quali si è rivoltata mordendo. Solo il tempo di trasferire i figli al sicuro e la casa è implosa su se stessa. Ore di paura e dolore che sono proseguite alla fine della tempesta quando, raggiunta la superficie, l’uomo ha cercato invano la cagnolina.

Ormai data per morta e dispersa, per Jon Byler Dann è giunto il momento della constatazione dei danni, del recupero dei pochi oggetti rimasti intatti tra i detriti della casa distrutta. Ma scavando tra le macerie un suo amico ha udito un flebile latrato, verso il quale si sono radunati tutti per spostare assi e pietre. Nascosta sotto una lastra di cemento e mattoni, la piccola Maggie era avvolta da un blocco di moquette: tremante e spaventata è stata tratta in salvo ancora viva. Portata di corsa dal veterinario la piccola aveva un’anca lussata, ma era in ottima salute. Grazie alla sua storia e alle tante donazioni, la struttura veterinaria ha potuto curare lei e molti altri cani feriti dal tornado.

Come ad esempio è accaduto al Bassotto 14enne Payton, che ha vissuto una situazione simile a Maggie salvandosi dopo quasi due giorni nascosto tra detriti e pezzi di arredamento. Il tornado ha travolto all’improvviso anche la casa della famiglia Oljace dove vive, impedendo al piccolo di raggiungere per tempo la stanza di sicurezza. Solo la fortuna ha scongiurato la catastrofe finale, permettendo al piccolo anziano quadrupede di salvarsi. Nonostante l’improvvisa e incredibile forza dirompente del ciclone, c’è chi può gioire anche tra le macerie di una casa distrutta.

21 novembre 2013
Immagini:
Lascia un commento