I veri miti non tramontano mai, anche quando il progresso tecnologico sembra apparentemente poterli mettere in ombra fino a farli considerare obsoleti. Accade così che il mitico Volkswagen Maggiolino (quello originale e non le riproposizioni che il costruttore di Wolfsburg ha fatto in anni recenti) sia capace di tornare in auge e di aprire una strada verso il futuro grazie alla propulsione elettrica.

>>Scopri l’elettrica Volkswagen E-Up!

La novità si chiama ZelectricBug e non è altro che la conversione a zero emissioni del simpatico modello Volkswagen che, in questa sua particolare rinascita, perde il propulsore termico per accogliere un più pulito e silenzioso motore elettrico in grado di spingerlo da 0 a 100 km/h in meno di 9 secondi, nonché di farlo viaggiare a una velocità massima superiore ai 128 km/h.

>>Leggi le novità sulle emissioni di CO2 previste da Volkswagen dal 2020

Il Maggiolino elettrico assicura un’autonomia compresa tra 128 e 161 chilometri e ha il pregio di unire il suo fascino sbarazzino tipicamente retrò con i vantaggi di un moderno sistema di propulsione a basso impatto ambientale.

La Zelectric è l’azienda che sta lavorando a questo progetto con l’obiettivo di mettere a punto un apposito kit capace di trasformare ogni variante del Maggiolino prodotte tra gli anni ’50 e ’60, completando questa interessante trasformazione per una cifra che dovrebbe aggirarsi tra i 45.000 e i 60.000 dollari, variabili chiaramente in rapporto alle condizioni e al tipo di veicolo per cui sarà richiesta la conversione.

Al momento non è ancora stato ultimato il primo ZelectricBug, ma la sua presentazione è prevista tra qualche mese e, comunque, prima dell’estate.

9 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento