È il momento delle supercar a zero emissioni, che da qualche mese sembrano spuntare come funghi. Creazioni artigianali, va detto piuttosto lontane dal concetto di mobilità eco friendly dell’utente medio, tuttavia anch’esse danno un proprio contributo allo sviluppo della trazione elettrica.

Dopo la concept elettrica da 1.000 CV presentata da Faraday Future al recente CES – Consumer Electronics Show di Las Vegas, in queste ore un nuovo brand si affaccia sul panorama delle creazioni elettriche “high performance”.

Si tratta di Dubuc Motors, una piccola factory canadese (ha sede nel Québec) che svela le prime notizie sulla “Tomahawk”, una sportiva a due posti +2 che viene equipaggiata da quattro motori elettrici. Secondo quanto viene comunicato da Dubuc Motors, la vettura sarà in grado di raggiungere una velocità massima di 257 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in appena 3 secondi.

La novità di lancio sta anche nelle modalità di realizzazione della vettura: a questo proposito, Dubuc Motors indica che per la Tomahawk ha iniziato un’operazione di crowdfunding per lo sviluppo della supercar. L’operazione si svolge attraverso “Start Engine”.

Finora le specifiche tecniche della Tomahawk di Dubuc Motors vengono soltanto accennate: oltre ai valori di velocità e accelerazione, si indica l’autonomia, di circa 480 km garantiti da batterie agli ioni di litio.

Il telaio della Tomahawk sarà costituito da un traliccio di tubi in alluminio; lo stesso materiale verrà impiegato per la carrozzeria. A livello di corpo vettura, sono da segnalare il tetto panoramico e le porte ad apertura verso l’alto. All’interno, secondo i tecnici di Duboc Motors, la Tomahawk sarà equipaggiata con un display touchscreen con computer di bordo, sistema di infotainment a controlli vocali e un sistema di videocamere a trecentosessanta gradi.

28 gennaio 2016
Lascia un commento