Un legame indissolubile quello tra il gatto Toldo e il suo proprietario Renzo, scomparso a 71 anni. Un affetto che neppure la morte è riuscita a interrompere, tanto che l’animale ha continuato a tenerlo vivo vistando la tomba dell’amico ogni giorno. Una storia che strappa un po’ di commozione, in particolare in un piccolo paesino come Montagnana, a ridosso di Pistoia, dove i due vivevano felici.

Renzo e Toldo erano molto legati, un amore forte e sincero nato sin dal primo giorno dell’arrivo del micio. Il piccolo era stato adottato in una colonia felina a soli tre mesi, e crescendo aveva identificato nell’uomo la guida e la sua famiglia. Ma la scomparsa prematura di questo grande sentimento aveva spezzato la quotidianità, sacra per gli animali. Una ritualità importante che Toldo ha voluto proseguire, andando a salutare Renzo sulla tomba.

Piccoli doni semplici come foglie, rametti, sassolini, fazzoletti sono ciò che Toldo adagia quotidianamente sulla lapide. Più volte al giorno, aggirandosi indisturbato per il paesino fino a raggiungere il cimitero dove l’uomo riposa. E poi rimane lì, seduto sulla tomba a fare compagnia al suo amico umano. Forse alla ricerca di quel calore e di quelle parole che caratterizzavano le sue giornate.

Tanti i testimoni che rispettosamente osservano questa delicata processione quotidiana, non ultima la signora Ada, moglie del defunto. Spesso è lei che Toldo scorta per i sentieri del cimitero, fino a raggiungere insieme la tomba. Una compagnia silenziosa iniziata sin dalla cerimonia funebre, con il gatto dietro il carro funebre, fino ai primi rametti sulla tomba di Renzo.

Una storia che ha commosso ma anche incuriosito, tanto da catturare l’attenzione dei media che la signora Ada ha cortesemente respinto. Del resto è una storia privata, un sentimento intimo da rispettare con cura in silenzio.

3 gennaio 2013
Lascia un commento