Si chiama Tokelau, è un piccolo stato indipendente all’interno del territorio della Nuova Zelanda e sarà il primo Paese al mondo ad alimentarsi esclusivamente con energia rinnovabile. Il Governo ha infatti annunciato l’intenzione di eliminare i generatori a gasolio presenti sui tre piccoli atolli e sostituirli con pannelli fotovoltaici e centrali a olio di cocco.

Sulle isolette saranno infatti installati 4.032 moduli fotovoltaici, 392 inverter e 1.344 batterie del peso di 250 kg. Gli impianti solari, però, basteranno a coprire solo il 15% del fabbisogno elettrico di Tokelau. Il resto delle necessità sarà soddisfatto con un sistema di generatori elettrici alimentati a olio di cocco, che subentreranno ai pannelli solari anche nelle giornate più nuvolose.

Il progetto sarà realizzato con l’intervento della società PowerSmart Solar, secondo la quale il sistema previsto a Tokelau sarà uno dei maggiori impianti di energia solare off-grid al mondo. Di certo si tratterà della più grande installazione del suo genere nel Sud Pacifico. Ha commentato Mike Bassett-Smith, della PowerSmart Solar:

Molti paesi del Pacifico stanno lottando per consentire ad una percentuale elevata della loro popolazione l’accesso all’energia elettrica, e anche quando lo fanno, consentirlo a prezzi accessibili è una significativa sfida supplementare.

1 agosto 2012
I vostri commenti
Maciknight, giovedì 2 agosto 2012 alle12:55 ha scritto: rispondi »

Forse si potrà definire una nazione ma non certo uno stato indipendente, in quanto dipende dalla Nuova Zelanda. Sono appena 1500 gli abitanti, l'iniziativa ha valore simbolico e mediatico ma è poco significativa oggettivamente

Lascia un commento