Il tofu, più spesso definito formaggio di soia, è un alimento da tempo utilizzato nella cucina orientale e, grazie al diffondersi della dieta vegana, sempre più apprezzato anche in Italia.

Nelle ricette è spesso presentato come alternativa al classico formaggio al quale si avvicina, non tanto per gusto né qualità nutrizionali quanto per il metodo di produzione: il tofu si prepara dalla cagliatura del latte ottenuto dai semi di soia, per aggiunta di cloruro o solfato di calcio o in alternativa cloruro di magnesio. Le proteine della soia coagulano in una massa morbida, che viene poi lavorata per formare panetti, poi pressati in blocchi e tagliati.

Il tofu è un alimento interessante, non solo per le sue origini vegetali, ma anche perché rappresenta un buon ingrediente per le ricette di chi deve evitare i latticini: per l’esigenza di controllare attentamente l’apporto di grassi saturi nella dieta oppure per una manifesta intolleranza al lattosio.

Dal punto di vista nutrizionale i punti di forza sono il contenuto proteico, l’8% del peso, l’assoluta mancanza di colesterolo e l’abbondanza relativa di potassio, a fronte di una minima concentrazione di sodio.

Certamente tutti questi vantaggi si mantengono con la scelta di ricette fresche, leggere e salutari. Il tofu, tuttavia, si presta anche a essere servito fritto. La frittura è un metodo di cottura considerato nel suo complesso poco salutare: nonostante si possa fare una oculata scelta in merito all’olio è vero che la quantità di grassi che rimane sull’alimento non è trascurabile. Tuttavia nell’ambito di uno stile di vita sano e una dieta complessivamente equilibrata il tofu fritto trova il suo posto.

Vediamo la ricetta base per prepararlo e due salse che ci potrebbero scegliere come accompagnamento.

Tofu fritto: ricetta base

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di tofu;
  • 100 g di farina di frumento;
  • 4 cucchiai di latte di soia;
  • 4 cucchiai di acqua;
  • Olio di semi di arachide per friggere.

Setacciate la farina in un piatto fondo poi unite il latte di soia un poco alla volta fino a ottenere una pastella liscia ed omogenea. Tagliate il tofu in bocconcini e passateli nella pastella. Scaldate l’olio in una padella con i bordi alti e, non appena sarà caldo, versatevi il tofu. Lasciate dorare l’esterno, poi riprendete i bocconcini con un mestolo forato e disponeteli su un piatto coperto con carta assorbente per far asciugare l’eccesso di olio.

Tofu fritto con salsa di mele e frutta secca

Pinoli

Pinoli di Stuart Webster via Flickr

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di tofu fritto in bocconcini;
  • 100 g di prugne secche senza nocciolo;
  • 150 g di mele;
  • 50 g di uvetta ammollata;
  • 50 g di pinoli;
  • 50 g di noci sgusciate;
  • 200 m di brodo vegetale caldo.

Tagliate a metà le prugne secche, strizzate l’uvetta e tritatela con un coltello a mezzaluna insieme alle noci e ai pinoli. Unite le mele tagliate in fettine sottili.
Versate tutti gli ingredienti in una padella antiaderente e unitevi il brodo vegetale. Fate cuocere lentamente per 20 minuti, fino a che le mele e le prugne avranno perso la loro consistenza. Servite il tofu fritto in un piatto da portata adatto, coperto con carta oleata e la salsa in una pirofila mono porzione per ogni commensale.

Tofu fritto con salsa di capperi e yogurt di soia

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 g di tofu fritto in bocconcini;
  • 200 g di yogurt di soia;
  • 40 g di capperi;
  • 5 g di olio extravergine di oliva.

Frullate gli ingredienti, poi servite con il tofu fritto ancora caldo. Uno degli aspetti interessanti di questa ricetta è il contrasto tra la temperatura della salsa e quella del tofu frutto.

24 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento