Le tisane sono alcuni dei più conosciuti e apprezzati rimedi naturali. Sono in genere gradevoli al gusto e adatte al trattamento di differenti tipologie di malesseri, dai disturbi respiratori a quelli che portano a situazioni di ansia e stress. Sono utilizzate inoltre anche per la cura dell’apparato digerente e in virtù delle loro proprietà diuretiche.

Le tisane diuretiche sono varie, anche se non tutte risultano consigliate per l’assunzione in qualsiasi condizione. Molte sono ad esempio sconsigliate durante il periodo della gravidanza a causa di alcune controindicazioni. Per escludere ogni pericolo o per sincerarsi di eventuali intolleranze o allergie specifiche è opportuno prima dell’assunzione consultare il proprio medico curante.

Finocchio e tarassaco

Una delle tisane diuretiche naturali più conosciute è senza dubbio quella al finocchio, realizzabile in casa con un preparato acquistabile in erboristeria oppure a partire dai semplici semi o anche utilizzando foglie e radici.

Nel caso si utilizzino i semi andranno tritati e messi in acqua, riscaldata, ma non portata a ebollizione per non ridurre i benefici offerti dall’infuso. Una volta aggiunti i semi all’acqua lasciare in infusione per circa 10 minuti e poi filtrare. Consumare ancora calda o al più tiepida.

Un’altra soluzione è la tisana al tarassaco, per la cui realizzazione è possibile utilizzare sia i fiori che le radici essiccate.

Realizzare una tisana al tarassaco a partire dai fiori è possibile mettendone circa 100 grammi ben lavati in un litro d’acqua portata a ebollizione e tenuti per 15 minuti in infusione. Serviranno invece 15 grammi di radici in 200 ml (circa una tazza) d’acqua lascia sul fuoco a bollire per circa 15 minuti.

Tisana alla malva e altre tisane naturali

Terza possibilità offerta è quella della tisana alla malva, la cui pianta d’origine vanta proprietà diuretiche e sedative. Si consiglia quindi l’assunzione prima di andare a dormire o comunque nelle ore serali.

È possibile acquistarne in erboristeria già essiccata: di questa servirà un cucchiaino per tazza, lasciare in infusione per circa 5 minuti e consumare dopo averla filtrata.

Altre possibili soluzioni per la preparazione di una tisana naturale diuretica sono offerte dall’equiseto, dalla betulla e dalla gramigna.

28 maggio 2015
Lascia un commento