Perdere peso in maniera naturale aiutandosi con alcune tisane dimagranti. Sfruttando alcuni infusi benefici è possibile ottenere effetti come l’accelerazione del metabolismo, un minore assorbimento dei grassi o anche solo l’attività di contrasto alla ritenzione idrica, spesso causa di inestetismi.

Nel panorama degli infusi utili a ridurre il proprio peso sono presenti alcune tisane dimagranti ritenute tra le migliori alleate per la riduzione del grasso in eccesso. È possibile tuttavia scegliere tra un panorama più ampio di soluzioni erboristiche naturali per migliorare la propria forma.

Le più efficaci

Le tisane dimagranti ritenute più efficaci sono quelle che vanno ad agire sul metabolismo, sulla stimolazione del senso di sazietà e sull’assimilazione dei grassi. Rientrano nel primo caso infusi come il tè verde e l’infuso di guaranà, anche se prima di procedere con l’utilizzo del secondo è consigliato valutare con attenzione i pro e i contro rappresentati da proprietà curative e controindicazioni.

A queste si aggiungono la tisana al fucus, da consumare con attenzione a causa della presenza di iodio, il cui effetto principale consiste nel aumentare la sensazione di sazietà portando a una minore assunzione di cibo e la tisana dei monaci buddisti, che agisce invece riducendo l’assimilazione dei grassi da parte dell’organismo.

Le altre tisane dimagranti

Alle tisane già citate vanno ad aggiungersi le possibilità offerte ad esempio dall’equiseto o coda di cavallo, che favorisce l’eliminazione delle tossine presenti nell’organismo e del grasso in eccesso. Vantano proprietà depurative, oltre che calmanti, anche malva, passiflora e tarassaco.

Aiuta a bruciare i grassi la tisana allo zenzero, mentre svolge un’azione perlopiù stimolante dell’attività digestiva l’infuso al carciofo, utile anche nel combattere colesterolo e tossine accumulate nell’organismo.

Un’azione stimolante nei confronti del metabolismo è offerta dal ginseng, apprezzato anche per le sue proprietà energizzanti, benefiche per il sistema immunitario e contro la disfunzione erettile.

Possibile inoltre consumare anche la tisana al finocchio, dalle apprezzate attività stimolanti per la digestione e le importanti proprietà diuretiche e carminative. Possibile infine scegliere anche un infuso a base di sambuco, ad azione depurativa e lassativa, oppure realizzato con lino, gramigna o fiori d’arancio (ad azione calmante contro la fame nervosa).

In ogni caso resta consigliato il consulto con il proprio medico curante per escludere possibili controindicazioni specifiche quali ad esempio patologie, intolleranze, allergie o eventuali interazioni con le terapie farmacologiche seguite.

12 giugno 2015
Lascia un commento