La tisana di malva e melissa è un rimedio naturale utile per tenere sotto controllo i sintomi della sindrome del colon irritabile: un disordine gastrointestinale che causa mal di pancia con o senza crampi, anche associato a gonfiore, sensazione di disagio e nausea dovuta alla cattiva e lenta digestione.

Il colon irritabile e le sue manifestazioni peggiorano in condizioni di stress, in caso di eccessivo consumo di caffè e bevande alcoliche o gassate.

La malva e la melissa, per le loro caratteristiche e principi attivi, sono piante che aiutano a controllare le manifestazione di questo disturbo: vediamo come prepararsi una buona ed efficace tisana e le proprietà utili di ognuna delle due piante officinali.

Ricetta per una tazza di tisana

L’infuso per il trattamento, anche quotidiano, della sindrome del colon irritabile si prepara mettendo in infusione in acqua bollente due cucchiaini da caffè di fiori e foglie di malva essiccata, quindi un cucchiaino di melissa. Lasciare in infusione per 5-8 minuti prima di filtrare e bere.

La tisana va bevuta calda, dolcificata o meno con zucchero o miele a seconda dei gusti. Per un significativo miglioramento dei sintomi, è utile consumarla 2 volte al giorno preferibilmente dopo i pasti principali.

Malva

La terapia naturale del colon irritabile dev’essere prima di tutto di natura antinfiammatoria: i fiori e le foglie essiccate della malva contengono principi attivi con attività lenitiva ed emolliente, che danno sollievo alle mucose infiammate.

L’efficacia è prima di tutto collegabile alla mucillagine della malva, che agisce a livello del colon sfiammando e anche stimolando in modo naturale l’evacuazione. L’effetto lassativo della malva è semplicemente di tipo meccanico: il morbido gel di mucillagine, scorrendo all’interno dell’intestino, stimola la naturale contrazione della muscolatura. In questo modo è l’intestino che attivamente si svuota.

Oltre alla mucillagine la malva essiccata è anche una fonte di flavonoidi, tannini e antociani che agiscono come antinfiammatori e, dunque, contribuiscono ad alleviare i sintomi.

Melissa

La Melissa officinalis, o semplicemente melissa, è una pianta spontanea e comune anche nella campagne italiane, nota, oltre che per le sue proprietà aromatiche, anche come fitoterapico.

La tisana di melissa, ottenuta per infusione di foglie, fiori e steli essiccati, si può usare per sedativo e calmante soprattutto dello stato di agitazione collegato a disturbi digestivi. In più, nella sindrome del colon irritabile, è utile quando il disturbo si manifesta anche con crampi dolorosi alla pancia.

La melissa è anche un rimedio carminativo, ossia facilita l’eliminazione ed evita la formazione del gas nello stomaco e nell’intestino.

Controindicazioni

Mentre la malva è un rimedio piuttosto delicato e quasi del tutto privo di effetti collaterali, la melissa richiede qualche attenzione in più: l’azione sedativa potrebbe causare anche una marcata riduzione dell’attività della tiroide, quindi l’interazione con i barbiturici e i farmaci per la terapia dell’ipotiroidismo. Per questo motivo, prima della somministrazione, è sempre indicato chiedere un parere al proprio medico curante.

2 dicembre 2014
Immagini:
Lascia un commento