Bere una tisana alla menta può rappresentare un ottimo rimedio naturale. Sia essa realizzata attraverso l’impiego di foglie fresche o essiccate, l’infuso si rivelerà in grado di offrire benefici e proprietà curative interessanti oltre a offrire un sapore molto gradito agli amanti di questa pianta aromatica.

L’ingrediente principale di una tisana alla menta è appunto questa famosa pianta aromatica, molto apprezzata anche in cucina, di tipo perenne e appartenente alla famiglia delle Labiatae (o Lamiaceae). È originaria dell’Europa e facile da riconoscere anche in virtù del suo caratteristico profumo.

Ricetta fatta in casa

Preparare in casa una tisana alla menta richiede poco tempo e pochissimi ingredienti. Di fatto serve avere a disposizione soltanto un po’ d’acqua e circa 30 grammi di foglie essiccate. Si possono comprare in erboristeria oppure coltivare la pianta nel proprio giardino o vaso ed essiccarne alcune foglioline fino a raggiungere il quantitativo necessario.

Innanzitutto occorre riempire un pentolino con un litro d’acqua e portarlo fino a ebollizione. Versare nell’acqua bollente le foglie di menta e lasciare in infusione per circa 5 minuti, 7 qualora di decida di utilizzare foglie fresche, avendo cura di coprire il contenitore per non disperdere le componenti volatili dell’infuso.

Una volta trascorso il tempo necessario filtrare il liquido ottenuto dalle foglie e lasciare raffreddare abbastanza da rendere bevibile la tisana. A quel punto non resta che consumarla. Durante la precedente fase di raffreddamento sarà inoltre possibile respirarne i fumi e utilizzarli come suffumigi.

Proprietà curative e benefici

A sfruttare le proprietà benefiche offerte dalla tisana alla menta è soprattutto l’apparato digerente, in relazione al trattamento di disturbi quali l’ernia iatale, coliche intestinali o nausea associata al cosiddetto mal d’auto.

Può trarre giovamento da questo infuso anche l’apparato respiratorio nei casi di tosse e sindrome da raffreddamento, nel trattamento dei quali è impiegata in virtù delle sue qualità antisettiche e antivirali. In combinazione con le foglie di eucalipto migliora il suo effetto sfruttandone l’azione balsamica ed espettorante.

8 aprile 2015
Lascia un commento