Il commercio di prodotti e altri derivati dalle tigri sembra aver subito un importante calo in quel di Singapore, così come conferma l’Unità d’Investigazione sui Crimini Animali dell’ACRES, l’Animal Concerns Research & Education Society, che da tempo lavora nella nazione. Stando a quanto dichiarato, sempre meno negozi locali offrirebbero la vendita di parti o prodotti originati dai felini.

L’organizzazione ha condotto un’indagine su 153 negozi locali, specializzati in antiquariato e gioielleria, dove solitamente avviene lo scambio di prodotti derivati dalle tigri. Dai dati emersi nel corso di una rilevazione durata due mesi, solo 4 negozi avrebbero offerto ai clienti beni felini, pari al 2.6% totali di tutti gli esercizi commerciali monitorati. Si tratterebbe di un significativo miglioramento rispetto alle precedenti rilevazioni del 2010, dove ben 59 negozi su 134, il 44% sul totale, avrebbero mantenuto in catalogo simili prodotti. Tra le parti più comuni, denti o artigli dell’animale selvatico.

Da quanto raccolto da ACRES, l’utilizzo di oggetti derivati dagli artigli e dai denti delle tigri avrebbe in quel di Singapore origini lontane. Per tradizione, infatti, vi sarebbe la credenza che queste componenti possano portare fortuna e tenere lontane le influenze negative. Sembra, tuttavia, che l’usanza non trovi più molto spazio tra l’opinione pubblica in un luogo moderno e tecnologico come Singapore, per questo tali beni si troverebbero ormai solo nei negozi d’antiquariato. La vendita sarebbe comunque in gran parte vietata e, in ogni caso, richiederebbe degli specifici permessi dalle autorità. Così spiega Louis NG, chief executive di ACRES:

Il pubblico gioca un ruolo importante: speriamo che le persone smettano di comprare derivati di tigre e che ci aiutino anche a mantenere gli occhi aperti.

Parte del commercio potrebbe essersi però trasferito online, dove sono stati rinvenuti almeno 14 annunci locali a tema. Per questo, saranno monitorati anche i principali retailer in Rete, sebbene la diffusione del fenomeno al momento non sia ben chiara.

29 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento