ThermaProof, questo è il nome della prima finestra ecologica. Perché la definiamo tale? Il motivo è molto semplice e va ricercato nelle sue portentose capacità isolanti.

Sembra, infatti, che queste finestre, abbiano un altissimo coefficiente di isolamento che oscilla, in base al tipo di modello scelto, tra R5 e R11, che è legato all’utilizzo di pellicole di vetro sottili che riescono a sigillare, in modo quasi ermetico, l’apertura della finestra.

Secondo quanto sostiene la Serious Materials, l’azienda costruttrice, questo riesce a ridurre di circa il 5% delle emissioni di anidride carbonica che sarebbero normalmente legate all’installazione e alla manutenzione delle finestre come anche ai sistemi di riscaldamento e di raffreddamento delle abitazioni.

Tuttavia questo non è l’unico vantaggio legato alle finestre Thermaproof, infatti, il grande grado di isolamento permette anche una consistente riduzione della propria bolletta energetica (si sostiene del 40%.).

I vantaggi sembrano interessanti e indirizzano le case del futuro sempre più verso lo spirito della bioarchitettura.

4 novembre 2008
Lascia un commento