L’atteggiamento distaccato tipico del gatto non dovrebbe trarre in inganno: solitamente indipendente e silenzioso, è in realtà un animale senza misteri troppo complessi. Il suo animo all’apparenza indecifrabile è tradito dalla forma del muso che, secondo gli studi e le ricerche, garantirebbe dati precisi sulla vera indole del felino. È ciò che sostiene Arden Moore, autrice di “Fit Cat: Tips & Tricks to Give Your Pet a Longer, Healthier, Happier Life” (Gatto in forma: trucchi e consigli per dare al vostro gatto una vita più lunga, sana e felice), convinta esistano tre tipologie ben precise di muso. L’aspetto geometrico in questione aiuterebbe ad abbinare perfettamente gatti e umani. Teoria utilissima in particolare con i meticci, dalla conformazione fisica del muso non ben identificata e dalla razza non precisamente determinata.

Secondo l’autrice esisterebbero tre formati della testa del gatto che lo identificherebbero in modo preciso, ad esempio un felino domestico con la testa rotonda indicherebbe un animale dall’animo pacifico e serafico. Il famoso gatto da libreria, quello che ama sdraiarsi e sonnecchiare accanto al proprietario. Individuabile in particolare nella razza del Persiano o del gatto dell’Himalaya, questo tipo di formato della testa è tipico del compagno ideale per persone tranquille, che amano elargire le coccole mentre leggono un buon libro. Detesta il frastuono, il caos e i rumori, è il felino perfetto per chi vive ai piani alti di un palazzo o in una zona tranquilla e pacifica.

La testa quadrata è tipica degli esemplari indipendenti come la razza Maine Coon o il gatto norvegese delle foreste, molto fiducioso e amante della vita casalinga e familiare. È il soggetto ideale per famiglie numerose con bambini, dove vive anche un cane. Non disdegna i momenti personali ma è un essere che apprezza le attenzioni e le cure. Invece la testa triangolare è tipica dei felini di affezione leggermente più snob e di classe, come ad esempio il gatto Abissino, Siamese o Burmese. Sono attenti osservatori, amano contemplare le prede ma da dietro una comoda finestra. Interagiscono con vocalizzi e piccoli miagolii, ma sono gatti che amano essere mostrati ma non possiedono un indole combattiva ma piuttosto sottomessa.

13 marzo 2015
Fonte:
Lascia un commento