Sarà la Norvegia il primo Paese europeo a sperimentare i supercaricatori per auto elettriche costruiti da Tesla Motors.

Destinati a rivoluzionare il sistema di approvvigionamento di energia alle batterie dei veicoli a emissioni zero, saranno posizionati lungo tutto il Paese scandinavo permettendo così ai possessori della Model S, la berlina elettrica le cui vendite sono iniziate negli Stati Uniti nel giugno del 2012 e in Europa nel corso dell’estate 2013, di fare il pieno di energia in pochi minuti ed evitando le lunghe soste fino a oggi necessarie per i possessori di veicoli con questo tipo di alimentazione.

Saranno privilegiate le strade a scorrimento veloce che percorrono la Norvegia da nord a sud e tenendo conto della distribuzione della popolazione, con l’obiettivo che il 90% degli abitanti del Paese scandinavo e il 60% del territorio si trovi a non più di 320 chilometri da una stazione dotata di “supercaricatore”.

Il Tesla Supercharger è dotato della tecnologia più avanzata al mondo per quanto riguarda la ricarica delle auto elettriche, riuscendo a fare il pieno alla batteria fino a 20 volte più rapidamente rispetto ai sistemi attualmente installati nel mondo: basti pensare che in soli 20 minuti già metà della “capacità” dell’auto è riempita grazie a speciali cavi che aggirano le apparecchiature di ricarica esistenti a bordo.

Questi impianti di ricarica sono stati dislocati in aree di sosta dotate di bar, ristoranti e centri commerciali per dare l’opportunità al proprietario della Tesla S di attendere il servizio cenando o facendo compere. Durante la fase di sperimentazione, 3 Model S sono partite da Oslo verso 3 direzioni diverse percorrendo circa 500 chilometri ciascuna fermandosi a ricaricare per 2 volte sotto gli occhi ammirati degli automobilisti presenti.

Fino a questo momento, il costruttore californiano ha consegnato più di 15.000 auto elettriche con il proprio marchio in 31 Paesi del mondo. Da qualche anno è inoltre fornitore di Toyota e Daimler per quanto riguarda componenti di motori a emissioni zero.

4 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Raffaele Corti, giovedì 5 settembre 2013 alle0:10 ha scritto: rispondi »

La possibilità di ricaricare le batterie in modo rapido è stato uno dei problemi che ha frenato la diffusione delle auto elettriche fino ad oggi. Se i tecnici della Tesla hanno risolto il problema del tempo di ricarica e parallelamente riescono a fare in modo di non stressare le batterie con questo procedimento, allora siamo finalmente pronti a far iniziare una nuova epoca al settore automotive.

Ventosole Energie naturali, mercoledì 4 settembre 2013 alle19:28 ha scritto: rispondi »

Bellissimo sapere che la ricerca continua,qui addirittura sono fatti,complimenti

Lascia un commento