Dopo la Formula E, ecco la serie dedicata alle “ruote coperte” zero emissioni. Si tratta dell’EGTElectric GT Championship, campionato internazionale che prenderà il via nel 2017 su sette circuiti in Europa e tre “tappe” (non valide ai fini della classifica) in nord America.

L’EGT è stato ufficialmente presentato, nelle scorse ore, a Ibiza, insieme alla vettura che sarà impiegata dai dieci team (ciascuno dei quali sarà composto da due piloti) nelle sette tornate del nuovo campionato.

=> Scopri le novità Tesla in arrivo

È la Tesla Model S P85+, versione high performance della berlina premium californiana, accreditata di una potenza nell’ordine di 421 CV, di una velocità massima di 210 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h che si completa in 4,4″.

La vettura verrà allestita secondo una specifica uniformità di preparazione e risulterà identica per tutte le squadre che prenderanno parte all’Electric GT Championship.

=> Leggi gli aggiornamenti dal mondo delle auto elettriche

Spiccano, nell’insieme della Tesla Model S P85+ svelata ad Ibiza, gli accorgimenti aerodinamici adottati (un ampio spoiler posteriore, i vistosi codolini passaruota), che si abbineranno agli equipaggiamenti di sicurezza conformi alle normative FIA (fornitore sarà lo specialista OMP), a un impianto frenante potenziato e agli pneumatici: Pirelli ha sviluppato specifiche “PZero” da asciutto e da bagnato (una scelta che si discosta dall’adozione delle Michelin “all – weather” impiegate in Formula E).

Ciascuno degli appuntamenti dell’Electric GT Championship si articolerà su una sessione di prove da 20 minuti, le qualifiche ufficiali (30 minuti) e due gare, da 60 km ciascuna.

La serie si correrà su alcuni dei più prestigiosi circuiti d’Europa (altra differenza sostanziale rispetto alla Formula E, che si svolge su tracciati cittadini): dal Nurburgring al Mugello, da Brands Hatch al Paul Ricard – Le Castellet, Zandvoort, Catalunya ed Estoril.

28 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento