Il sito specializzato Electrek nei giorni scorsi ha diffuso importanti indiscrezioni sulle ultime tecnologie della Tesla Motors. La compagnia di Elon Musk si appresta a tirare fuori dal cilindro una nuova batteria da 100 kWh destinata alla Model S e alla Model X. I due modelli grazie al nuovo battery pack vanteranno un’autonomia di ben 600 km.

Il nuovo battery pack potenzierà le prestazioni dei due modelli di punta del marchio californiano. Stando alle informazioni trapelate la RDW avrebbe già autorizzato la nuova tecnologia. Un semaforo verde importante. L’organismo regolatore olandese infatti si occupa da anni di validare le auto elettriche della Tesla per la circolazione sulle strade europee. La nuova batteria è stata svelata da un hacker che sarebbe riuscito a scoprire la denominazione P100D in un firmware della Tesla. La conferma di un nuovo pacco batterie è arrivata anche da un blogger olandese, che lo ha individuato consultando il database della RDW.

A breve la Tesla potrebbe rilasciare tre nuove versioni per i suoi modelli di punta: 100D, P100D e P100D con Ludicrous upgrade. La Model S con il nuovo battery pack e Ludicrous potrebbe raggiungere una potenza di 800 CV. Dopo la fuga di notizie alla Tesla Motors non è rimasto che confermare l’imminente rilascio del nuovo pacco batterie.

La Model S 100D e altre varianti avrebbero già ricevuto il via libera della RDW. Grazie al nuovo pacco batterie la Model S100D potrà effettuare ben 613 km con un solo rifornimento elettrico. Un’autonomia che permetterà al modello elettrico di competere con i veicoli convenzionali anche sulle lunghe distanze.

Gli esperti precisano che l’autonomia di 600 km è calcolata in base al ciclo di omologazione europeo (NEDC), che a differenza del ciclo EPA non è molto fedele alle condizioni di guida reale. Ciononostante il nuovo battery pack ha tutte le carte in regola per far compiere un ulteriore balzo ai veicoli Tesla. L’obiettivo dichiarato di Elon Musk è scatenare un’agguerrita concorrenza che porti le auto elettriche a dominare il mercato automotive nel giro di pochi anni.

Oltre a lavorare sull’autonomia la compagnia californiana è impegnata anche a incrementare la sicurezza e prevenire gli incendi. Nei giorni scorsi durante un tour promozionale in Francia una Tesla Model S ha preso fuoco. Illesi gli occupanti. La Tesla ha già avviato un’inchiesta per accertare le cause dell’incendio.

18 agosto 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento