Le indicazioni sull’imminente presentazione di una qualche novità da parte di Tesla stanno interessando in queste ore i media americani, con molti siti specializzati e non che tengono i propri riflettori puntati sulla California e sul Tesla Design Studio di Hawthorne, dove il 30 aprile si terrà una conferenza stampa destinata a svelare ogni mistero.

Le indiscrezioni susseguitesi in questi giorni ipotizzano il prossimo debutto delle batterie domestiche su cui la casa di Palo Alto è al lavoro da qualche tempo, come confermato dallo stesso Elon Musk a febbraio.

Le nuova batterie di Tesla dovrebbero consentire a chi deciderà di installarle di ottimizzare i consumi di corrente e contenere i costi. Gli accumulatori sarebbero infatti progettati per immagazzinare energia sia da fonti rinnovabili come il fotovoltaico, sia dalla stessa rete elettrica durante le ore notturne o comunque nelle fasce orarie in cui la corrente ha costi più bassi.

L’energia accumulata sarebbe poi riversata sulla rete domestica nelle ore diurne, quando il fabbisogno è maggiore visti i tanti apparati elettrici ed elettronici costantemente accesi in ogni abitazione.

Questa tecnologia è già in uso presso gli esercizi commerciali che hanno installato gli impianti fotovoltaici SolarCity (azienda presieduta da Elon Musk), ma con l’arrivo nelle abitazioni private la sua diffusione dovrebbe crescere sensibilmente, arrivando a consentire un sensibile risparmio sulla bolletta energetica ad un vasto numero di famiglie americane.

22 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento