Il terremoto, che ha fatto tremare con violenza la terra dell’Emilia Romagna, ha inciso negativamente non solo sulla vita di molte persone ma anche sugli animali. Moltissime le aziende agricole che hanno perso i loro capi di allevamento, oppure che non possono seguirli con la solita costanza del quotidiano. Ma anche moltissimi animali di affezione, cani e gatti che sono rimasti soli, fuggiti a causa delle vibrazioni oppure nascosti nelle vicinanze delle abitazioni crollate.

Due associazioni, la Protezione del Gatto e la Protezione Animali Carpigiana, si sono unite e con il fondamentale supporto dei volontari e dei Vigili del fuoco stanno recuperando gli animali casa per casa per poi ricoverarli in strutture sicure. In particolare i moltissimi gatti rimasti soli, lontani dai proprietari costretti nelle tende da campo, e che ora i volontari stanno salvando uno per uno.

La cooperazione ha consentito la costituzione di punti di alimentazione e abbeveraggio distribuiti per i vari quartieri, così da consentire un pò di ristoro anche i più timorosi. Inoltre il Gattile Intercomunale di Modena e il Gattile Intercomunale di Carpi, in tandem con i privati, ha garantito la possibilità di ospitare i gatti di affezione fino ad esaurimento posti.

Grazie a questa rete incrociata di aiuti la situazione sta lentamente tornando alla normalità, ovviamente i soccorsi sono rivolti anche ai tanti randagi delle colonie cittadine. Per qualsiasi informazione, e per intercettare i punti informativi e sottoporre le richieste di intervento, è possibile comunicare con la Protezione del Gatto al n. 059/255769. Per contattare l’ associazione Protezione Animali Carpigiana i numeri di tel. sono 320425403 e 3204620803; infine per segnalare avvistamenti e per le richieste di intervento e di aiuto è attivo l’indirizzo mail: stregattara@gmail.com

25 maggio 2012
Lascia un commento