Grande gioia ad Amatrice per il ritrovamento della piccola Lola, la cagnolina sopravvissuta fortunatamente al crollo della sua abitazione. La quadrupede era stata recuperata dalle macerie del terremoto e affidata a un centro accoglienza, con l’obiettivo finale di tornare tra le braccia del suo proprietario. Ma Valerio, una volta giunto sul posto, non aveva trovato traccia della sua amica a quattro zampe. Era partito così un rapidissimo tam tam mediatico che, attraverso la rete, aveva coinvolto l’indispensabile passaparola dei social network. Gli appelli con la foto di Lola si sono dati il cambio con costanza certosina, fino al felice ritrovamento di ieri. Lola è stata affidata ai volontari e ai veterinari dell’Enpa, che si stanno preoccupando di visitarla e prestarle le cure di rito. In attesa di riconsegnarla a ciò che rimane della sua famiglia, Valerio purtroppo rimasto solo con Lola.

L’uomo è l’unico sopravvissuto, insieme al cane, al terribile terremoto che ha sconvolto Amatrice. Durante le scosse notturne sono morti la moglie e i due figli di Valerio, vittime del crollo dell’abitazione. Lola è riuscita a sopravvivere proprio grazie all’amore di Benedetta, la figlia, che con il suo corpicino ha protetto la cucciola dai calcinacci. Un amore incredibile interrotto dalla violenza delle scosse, che hanno chiesto in pegno la vita di un’intera famiglia. Il ritrovamento della quadrupede è uno spiraglio di luce, una boccata di ossigeno in un momento così devastante dal punto di vista emotivo. L’uomo, senza più la casa, può ora contare sul sostegno dei familiari e della piccola Lola.

E mentre le operazioni di soccorso e assistenza si moltiplicano e procedono, il territorio ferito dal terremoto può affidarsi alla presenza dei molti operatori ma anche dei tanti volontari. Molteplici anche le associazioni animaliste, private e non, che stanno portando aiuto agli animali e agli allevamenti rimasti a piede libero. Cercando di curarli, tranquillizzarli, nutrirli e se possibile ricongiungerli alle famiglie di appartenenza.

31 agosto 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento