Terremoto in Toscana nella terra del Chianti. Scosse con punta massima di 4,1 gradi della scala Richter, raggiunta stamattina alle 11:36, avvertite anche a Firenze e Siena. Nel capoluogo toscano sono state evacuate scuole e uffici mentre sono in molti ad aver cercato di mettersi al sicuro scendendo in strada. Il sindaco Dario Nardella ha nel frattempo convocato l’unità di crisi presso Palazzo Vecchio.

Le scosse tengono da ieri in allarme i cittadini, compresa quelli della stessa Firenze, con punte di oltre 4 gradi di magnitudo e uno sciame sismico che ha superato ormai le 40 scosse nelle ultime 24 ore. L’epicentro del terremoto in Toscana secondo gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) è stato individuato a circa 9,3 chilometri al di sotto della zona del Chianti.

Non si registrano al momento danni a cose o feriti, mentre resta forte il timore per gli abitanti dell’empolese, del capoluogo e della Provincia di Firenze. Evacuati a titolo precauzionale anche gli edifici della Regione Toscana.

Chiusi in via precauzionale scuole e uffici nelle zone di Greve in Chianti, Bagno a Ripoli, San Casciano, Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle in Val di Pesa. Non è ancora possibile infine prevedere, spiegano i ricercatori dell’INGV, la durata totale dell’evento sismico.

19 dicembre 2014
Lascia un commento